Asl e Pm: la Lazio è sotto assedio

akgun waldschmidt lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Niente Juventus per Immobile, Strakosha e Leiva, messi in isolamento dall’Asl dopo il caos tamponi. Si muove la giustizia ordinaria: sequestrati i test di Avellino. La Guardia di Finanza va a Formello

Alla fine a decidere ci ha pensato la Asl di Roma 1 che nel pomeriggio di ieri aveva notificato a Immobile, Leiva e Strakosha l’obbligo di isolamento. Tradotto tutti e tre sono da considerare positivi e dunque fermati la gara con la Juventus (ore 12,30 Dazn). Ennesimo ribaltone in una vicenda dai contorni opachi. Ma occhio alle sorprese. Potrebbe succedere ancora di tutto. Ieri si è mossa anche la giustizia ordinaria, tramite la procura di Avellino, con dei blitz nel laboratorio campano e nel centro sportivo di Formello.

E’ stato sequestrato diverso materiale. L’ultima parola alla querelle che va avanti da una settimana deve ancora arrivare. Ieri Immobile, Leiva e Strakosha sono stati rimandati a casa. Qualcuno vocifera abbiano un nuovo tampone. Nessuna comunicazione ufficiale. D’altronde è stato proprio questo uno dei motivi che ha indotto la Procura a scavare più a fondo. Gli unici comunicati ufficiali sono stati fatti solo perché imposti. Anche Inzaghi in conferenza è apparso poco preparato. Così si legge sull’edizione odierna de Il Messaggero.