Mihajlovic loda Petkovic: “Che bravo! Sarò all’Olimpico a tifare Lazio per la finale di Coppa Italia”

© foto www.imagephotoagency.it

In una lunga intervista ai microfoni del Messaggero, Sinisa Mihajlovic ha parlato del momento della Lazio, dall’ultimo match contro la Juve fino alla finale di Coppa Italia tutta da disputare.

Dov’è mancata la formazione di Petkovic?
“Mi è parsa poco aggressiva, troppo remissiva e anche un po’ stanca. Forse doveva cominciare con uno spirito diverso e non doveva concedere agli avversari tanto spazio quando erano in possesso di palla o pronti a riceverla”

Quanto ha influito quel rigore arrivato così presto?
“Se alla Juve concedi anche un gol di vantaggio, dopo pochi minuti, allora tutto diventa ancora più complicato. Però credo che la superiorità dei bianconeri sia stata netta e forse il punteggio avrebbe potuto assumere anche proporzioni ampie”

Qual è stata la colpa principale della Lazio?
“Non essere riuscita a riaprire la partita nelle poche occasioni che ha avuto. E di aver affrontato la squadra più forte del campionato nelle peggiori condizioni possibili. La Lazio, infatti, non può permettersi il lusso di rinunciare ad alcuni calciatori e non può presentarsi con altri fuori condizione. Magari, contro un altro avversario, sarebbe finita diversamente ma la Juventus è lanciata verso lo scudetto”

A questo punto bisogna guardare avanti: questa sconfitta potrebbe lasciare il segno?
“Quando perdi con una squadra più forte devi fartene una ragione, per fortuna non tutte hanno le qualità dei bianconeri. La Lazio deve mettersi alle spalle quello che è accaduto e concentrarsi soltanto sull’Udinese”

Raggiunta dalla Roma al quinto posto, per la corsa all’Europa sui profila un derby: su chi punterebbe?
“Potrebbe anche capitare che, visto il calendario, la Roma domenica sorpassi la Lazio. Ma questo non dovrà comunque intaccare le certezze dei biancocelesti, guai a mollare nel momento difficile, le grandi formazioni si vedono da come reagiscono davanti ai problemi. Personalmente sono pronto a scommettere sulla Lazio in Europa. I giallorossi arriveranno dietro”

Ci sono ancora 7 partite per giocarsi una stagione.
“Comunque vada, la Lazio è stata comunque protagonista di un’annata molto importante. Per come era attrezzata, la squadra credo abbia fatto molto bene, di più non poteva. Per stilare un bilancio bisogna aspettare gli ultimi risultati, che sono quelli che contano nei giudizi, però vorrei fare i complimenti sia al gruppo, che al tecnico”

Allo stadio ha rivisto Cragnotti.
“Mi ha fatto piacere rincontrare un presidente che ha fatto grandissima la società, vincendo tanto. Il nostro è sempre stato un bel rapporto”

Quando tornerà all’Olimpico?
“Alla finale di Coppa Italia, a tifare Lazio”

Condividi
Articolo precedente
Petkovic laconico: “Serviva una rosa più ampia”
Prossimo articolo
Il norvegese Berisha nel mirino dei biancocelesti