Formello – Petkovic prova ancora il 4-1-4-1 con Pereirinha e Cana. Si ferma Floccari

© foto www.imagephotoagency.it

FORMELLO – Mancano 2 giorni al big match tra Lazio e Milan. Questa mattina alle 11 la squadra è scesa in campo per il penultimo allenamento della settimana. Petkovic sta preparando nei minimi dettagli il match di sabato sera contro i rossoneri. Dopo la vittoria casalinga con il Pescara, bisogna ritrovarsi anche in trasferta, dove la compagine biancoceleste non vince dallo scorso 22 dicembre (Samp-Lazio 0-1).

Con il Milan Petkovic dovrà fare a meno di Konko, out 6 settimane, Mauri ancora alle prese con un problema al polpaccio e Klose, che non rientrerà prima di aprile. Questa mattina il tecnico di origini bosniache ha provato una linea difensiva a quattro con Pereirinha largo a destra. L’ex terzino dello Sporting Lisbona dovrebbe partire dal primo minuto e per lui sarà la prova del nove, dopo la buona gara disputata con il Pescara. Avrà il compito di arginare la classe di El Shaarawy, non uno qualsiasi. Al centro della difesa, provato Cana al fianco di Biava. L’albanese è in ballottaggio con Dias. A centrocampo invece tutto confermato: Candreva e Lulic si muoveranno sulle fasce, mentre al centro della mediana confermata la coppia Hernanes-Gonzalez. In attacco, dopo la seduta di questa mattina, c’è qualche dubbio. Infatti, Sergio Floccari ha lasciato anzitempo il terreno di gioco a scopo precauzionale. L’attaccante calabrese si è allenato a parte con il preparatore atletico Rongoni, poi ha abbandonato la seduta. Domani Floccari si sottoporrà a dei controlli strumentali presso la clinica Paideia. Il numero 99 ha accusato una fastidio al ginocchio destro. A questo punto la sua presenza contro il Milan è in forte dubbio.

PROBABILE FORMAZIONE (4-1-4-1): Marchetti; Pereirinha, Cana, Biava, Radu; Ledesma; Candreva, Gonzalez, Hernanes, Lulic; Kozak (Floccari). 

Condividi
Articolo precedente
Stangata Uefa, Lotito non ci sta: “Aggressione mediatica…I fatti dicono altro!”
Prossimo articolo
Stangata Uefa, De Martino: “Stadio vietato ai tifosi? Lo sarà anche per i media”