Conferenza, Petkovic e Floccari in coro: “Domani rivedrete la vera Lazio…”

© foto www.imagephotoagency.it

FORMELLO – La Lazio è in cerca di riscatto. Dopo il pesante ko di Siena, gli uomini di Petkovic domani sera affrontano allo stadio Olimpico, nella gara di ritorno dei sedicesimi di Europa League, il Borussia Mönchengladbach. Segui dalle ore 17.00 su Lazionews24.com la diretta scritta della conferenza stampa pre-partita del tecnico di origini bosniache e di un calciatore biancoceleste.

Avete analizzato e capito la brutta partita di Siena?
“La sensazione dopo un 3-0 sono bruttissime. Sono sicuro che domani si vedrà quella Lazio che abbiamo visto nelle scorse settimane. Perché la Lazio sbaglia le partite meno importanti? Spero di rivedere una Lazio con la stessa voglia, perché giocare contro le squadre tedesche non è mai facile. Voglio vedere una squadra concentrata e che scenda in campo per vincere la partita”.

Troppi black-out…
“Sono momenti di una stagione dove succedono queste cose, ma i risultati si vedono alla fine. La cosa importante è avere costanza, che in questo ultimo periodo ci manca. Dobbiamo avere quel cinismo che il Siena ha avuto contro di noi”.

Questo è un calo mentale o fisico della squadra?
“Se vedo come la squadra è scesa in campo e come ha subito i gol, dico che è una componente individuale. Quindi bisogna avere disciplina e concentrazione”.

La difesa a tre è accantonata?
“Adesso proviamo a due (ride, ndr). Con le due punte contro il Borussia abbiamo fatto due gol e con il Siena non ci siamo riusciti, ogni partita ha una storia a se”.

Come sta Mauri?
“Non sta bene e probabilmente non verrà convocato”.

Ederson è apparso in discrete condizioni con il Siena. E’ gia pronto per giocare dall’inizio?
“E’ difficile saperlo, non lo sa neanche lui. Bisogna dargli ancora qualche minuto, ma la sua situazione fisica sta migliorando e nelle prossime partite potrà giocare di più”.

Domani si aspetta un aiuto dal pubblico?
“Mi aspetto una partita uguale del Borussia, un arbitro che non sarà condizionato e un pubblico come lo ha avuto il Borussia all’andata”.

Contro le piccole sono arrivati veramente pochi punti.
“Siamo andati troppo indietro. Noi abbiamo collezionato anche sedici risultati utili consecutivi. Adesso dobbiamo guardare avanti e non al passato”.

Prende la parola Sergio Floccari

Cosa manca a questa squadra per il definitivo salto di qualità?
“Ci manca un po’ di costanza, soprattutto mentale. Dobbiamo crescere sotto questo punto di vista, ma dobbiamo liberare la mente dalla sconfitta di Siena, perché sappiamo che siamo una squadra importante. Stiamo lottando su tre fronti e abbiamo conquistato la finale di Coppa Italia. Domani sera dobbiamo presentarci con un grande voglia di riscatto e siamo consapevoli dei nostri mezzi. Naturalmente mi aspetto una partita difficile, ma noi abbiamo ottime qualità”.

Come vi siete focalizzati sulla sconfitta di Siena?
“Noi abbiamo avuto un confronto costruttivo, tra persone che erano consapevoli che hanno commesso un passo falso. E’ stato un confronto per ribadire la fiducia di uno nei confronti dell’altro, ma non ci sono state discussioni. Tutti sapevano che dovevano fare di più, ma è stato semplicemente un confronto costruttivo e positivo”.

Sei soddisfatto del tuo periodo?
“Io cerco di dare sempre il massimo, ma quest’anno anche altri compagni stanno dando il proprio contributo alla squadra. In questo momento ci troviamo in una fase dove è fondamentale il contributo di tutti e non del singolo”.

Un tuo gol potrebbe regalare gli ottavi di finale alla Lazio (non li raggiunge da 10 anni, ndr).
“Lo spero, perché io sono un attaccante e quello è il mio compito, ma ripeto ci deve essere il contributo di tutta la squadra”.

Condividi
Articolo precedente
Lazio, senti Hamad: “Nessun’offerta dei biancocelesti a gennaio. Ma in estate…”
Prossimo articolo
E’ sfida tra Lazio e Napoli per Xhaka, ma occhio al…