Tour de force Lazio, Inzaghi dà spazio ai nuovi: assenza pesante all’esordio in Europa

inzaghi lazio
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio è attesa da un tour de force con sette gare in ventuno giorni. All’esordio in Europa Inzaghi dovrà far a meno di Correa

La sosta per ricaricare le energie e migliorare in condizione, poi sarà tour de force. La Lazio è attesa da una importante serie di partite, in particolare sette in appena ventuno giorni tra campionato ed Europa League. La vittoria contro il Frosinone ha ridato fiducia alla squadra, ma non basta. Dopo i due ko di inizio stagione, l’armata di Inzaghi è chiamata a rimettersi in corsa accanto alle avversarie per l’obiettivo Champions. Tra settembre e ottobre si comprenderà di più sulle reali aspettative dei biancocelesti. In un momento così ‘pieno’ di impegni, il tecnico non potrà far a meno di dare spazio ai nuovi, che ha mandato in campo solo raramente nei primi tre incontri della stagione.

TOUR DE FORCE – Milan Badelj è stato colui che ha giocatori di più: Inzaghi ha deciso di mandarlo in campo nelle tre gare, ma sommando il minutaggio si arriva a quota 94. Ancora peggio è andata a Durmisi e Correa, impiegati rispettivamente 11 e 48 minuti. Non ha ancora esordito con l’Aquila sul petto Valon Berisha, ma la motivazione è il mancato recupero dall’infortunio rimediato nel corso del ritiro. Nelle prossime partite, questi giocatori avranno sicuramente maggior spazio, anche se per la gara d’esordio in Europa League contro l’Apollon Limassol Inzaghi dovrà far a meno di Correa, che deve scontare ancora un turno di squalifica dopo l’espulsione rimediata lo scorso anno nei quarti di finale di Champions League contro il Bayern Monaco.

 

Articolo precedente
AmeliaAmelia: «Roma e Lazio? Saranno protagoniste! Inzaghi è il presente e il futuro in Italia»
Prossimo articolo
campagna abbonamenti lazio 2018/2019Lazio, al via la campagna abbonamenti Europa League: prezzi, date e modalità di vendita