Inzaghi: «Sono molto arrabbiato. Il pareggio non ci serve a nulla, ora la classifica si complica»

Lazio-Roma
© foto www.imagephotoagency.it

Fiorentina e Lazio si annullano pareggiando 1-1. Simone Inzaghi al termine della partita, ha commentato questo risultato

Passa in vantaggio e si fa riprendere la Lazio, poco cinica negli ultimi metri con Immobile e Correa. Simone Inzaghi ai microfoni di Sky Sport ha commentato il pareggio dell’ “Artemio Franchi“: «Sono molto arrabbiato, deluso dal risultato. Dopo un primo tempo così, dovevamo chiuderla, le altre corrono e non possiamo fermarci. Abbiamo giocato contro una delle squadre più in forma del campionato. Il secondo tempo abbiamo perso il palleggio, ma Strakosha non ha fatto una parata. C’è tanto rammarico, dovremo analizzare il gol preso perchè è stato un peccato. Il primo tempo non abbiamo sfruttato 3-4 occasioni, l’ho detto alla squadra a fine primo tempo, che se queste partite non si chiudono poi fai fatica».

SECONDO TEMPO – «Ho inserito Badelj per recuperare un po’ di palleggio. Sono contento per il gioco, ma un pareggio non ci serve a nulla. Nei primi 50 minuti siamo andati molto bene, poi la Fiorentina è salita, ma al di là dei moduli conta l’interpretazione. Abbiamo fatto la partita contro un avversario tosto. Non c’hanno creato problemi a parte il gol che dovremo analizzare. C’è rammarico, ma dobbiamo continuare a credere in quello che facciamo. Giocando come il derby, Napoli, Juve, di partite ne perderemo poche. Correa? E’ giovane, ha ancora margini. E’ un professionista serio, è sempre disponibile. Deve migliorare sotto porta, i gol che fa non sono molti per le sue qualità».

Inzaghi in conferenza stampa

«Dobbiamo farci delle domande sul perchè non abbiamo vinto una partita meritata e che ci rallenta la classifcia quando tutte corrono. Non dobbiamo fermarci e perdere punti. Giocando in questo modo, sono preoccupato per non aver visto la mia squadra giocare, al Franchi non ho mai visto nessuno imporsi. Dire qualcosa ai miei difensori, quando non concedi un tiro a Muriel, Chiesa, Simeone è difficile. Abbiamo preso gol su un tiro. Penso che l’euforia derby ci sia stata, poi normale che vedere questa squadra pareggiare ti arrabbi, ma la Fiorentina l’abbiamo rispettata e studiata. Abbiamo perso palleggio nel secondo tempo, siamo calati e dopo l’1-1 abbiamo avuto poca forza per recuperare».

INFORTUNI – «Caicedo ha avuto dei giramenti di testa, il virus intestinale non lo ha fatto entrare. Acerbi sembra sotto controllo, Lulic non mi ha chiesto il cambio ma l’ho fatto io, stava stringendo i denti. Radu ha sentito un fastidio, ma il ragazzo e il dottore erano tranquilli».

Inzaghi a Lazio Style Radio

Infine, Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste, dove ha commentato ancora la gara: «Rammarico? Penso che sia stato bello veder giocare la Lazio in questo modo, ma c’è rammarico di non aver vinto una partita che avremmo meritato. Avevamo interpretato la sfida nel migliore dei modi. Nelle cinque occasioni che abbiamo avuto, avremmo dovuto fare qualche gol in più. Patric al posto di Bastos? Ho sempre dei dubbi, Patric s’era allenato benissimo, sono contento sia andato bene. Difendevamo praticamente a quattro, mi serviva per coprire meglio il campo. Indipendente da chi scelgo, conta la voglia e come i ragazzi interpretano la partita».

PARMA ED ASSENZA DI IMMOBILE –  «Ci dispiace, le ammonizioni ci sono, abbiamo tanti diffidati. Adesso quello che dovremo analizzare è il motivo per cui non abbiamo vinto una partita giocata in questo modo. Supporto? Il grande rammarico è anche questo. Oggi erano tanti i tifosi venuti da Roma, avranno un po’ di dispiacere, non ci voleva il pareggio, volevamo la vittoria. Li ringraziamo, siamo andati a ricevere il loro abbraccio ed il saluto finale. Lazio ha perso rapidità? La Fiorentina nel secondo tempo ci pressava di più, abbiamo sbagliato qualche scelta. Dispiace per il gol preso, era sicuramente da evitare».

FIORENTINA-LAZIO 1-1: SINTESI E HIGHLIGHTS