Di Canio: «Il campionato deve essere finito. Alla ripresa i valori non cambieranno»

Di Canio
© foto @CalcioNews24

Paolo Di Canio, nella consueta trasmissione domenicale di Sky, chiamata Club, ha parlato della ripresa del campionato

Paolo Di Canio nella trasmissione Club, di Sky Sport, ha parlato della ripresa del campionato e di tutte le sue problematiche. Ecco le sue parole:

«Visto che le componenti si stanno avvicinando, dobbiamo finire il campionato. In questo senso la meritocrazia deve essere il primo parametro da tenere in considerazione. Tutte le squadre si sono iscritte per finire la stagione e deve finire. Se non ci dovesse essere tempo per terminare le giornate, l’ipotesi di playoff fino a 9 punti di distanza posso anche sposarla».

Sulle parole di Tommasi, afferma: «Tommasi ci ha detto una cosa preoccupante. Se io devo pensare alla buonafede, al buonsenso di guardare al proprio giardinetto da parte dei presidenti, questo mi preoccupa. Io sono molto felice per il nuovo protocollo, ma la cosa che mi ha detto Tommasi sui contratti mi spaventa».

PROBLEMI DAI GIOCATORI – «I giocatori sono stati chiusi a casa 60 giorni, a palleggiare nel salotto di casa. Non credo che qualcuno ponga dei problemi alla ripresa, altrimenti sarebbe da prenderli a calci. In queste situazioni escono fuori gli istinti primordiali, non posso credere che qualcuno si metta di traverso».

I VALORI DOPO LA RIPRESA – «Credo che sia difficile stravolgere tutto. Perché la qualità, la fisicità, l’attenzione sulle palle inattive, non possono non fre la differenza. Come anche in Germania, non penso che gli equilibri si stravolgeranno»

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy
.