Sergio: «Con il Palermo servirà umiltà e determinazione»

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il pareggio di Genova deve tornare ai tre punti la Lazio. L’imperativo con il Palermo, come spiega Sergio, è la vittoria

Per parlare del momento attuale della Lazio, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, l’ex difensore biancoceleste, Raffaele Sergio: «Guardiamo il bicchiere mezzo pieno. C’è una gara in meno da giocare e domenica i biancocelesti hanno comunque offerto un’ottima prestazione. La squadra c’è, è solida, compatta ed esprime un ottimo calcio a livello tecnico e atletico. Ci sono tutti i presupposti per fare un ottimo finale di stagione. Non credo ci sia un senso di appagamento, ci sono ancora diversi obiettivi da raggiungere. Il Napoli era in un periodo di forma stratosferica, domenica contro il Genoa la prestazione c’è stata. Biglia ha grande personalità, unisce bene sia il reparto difensivo sia quello offensivo. È un calciatore fondamentale in questa squadra.Il gruppo ha trovato un suo equilibrio, Inzaghi è stato bravissimo nel trasmetterlo. Il tecnico merita una citazione particolare per quanto fatto: ha dato equilibrio in campo e sta valorizzando i giovani. In quest’annata c’è molto di suo. Bisogna prepararsi bene per ogni partita, che ha al suo interno sempre numerose insidie. Domenica arriva il Palermo, sarà una gara complicata: servirà umiltà e concentrazione. Lukaku ha forza e determinazione, ha ampi margini di miglioramenti: la Società ha fatto un ottimo investimento in estate. Al di là dei moduli, occorre sempre trovare un equilibrio tattico che quest’anno la Lazio ha trovato in tutti i ruoli. Inoltre, sono stati valorizzati molti giocatori. Ciò a sottolineare l’ottimo lavoro di Inzaghi, che ha posizionato i vari calciatori nei ruoli maggiormente congeniali ai ragazzi a sua disposizione. Non c’è mai un’unica tattica giusta, il tecnico ha grandi meriti nello studio degli avversari e della singola partita».