Sassuolo-Lazio: comincia la settimana di passione per i biancocelesti…

uefa lazio
© foto www.imagephotoagency.it

«I Precedenti & Le Curiosità» di Sassuolo-Lazio, gara valida per il posticipo della 30^ giornata del campionato di Serie A 2016/2017

Ciak, si ricomincia a girare. Dopo la pausa  dovuta all’impegno delle Nazionali impegnate nei match di qualificazione ai prossimi Mondiali, è tempo per la Lazio di immergersi nuovamente nelle profonde acque del campionato. Ma non sarà affatto un tuffo semplice da affrontare, perché il trampolino sarà molto alto; Sassuolo e Napoli in campionato, con di mezzo la stracittadina contro la Roma, che vale la qualificazione alla finale di Coppa Italia, costituiscono ostacoli complicati, delle vere e proprie prove del nove che molto diranno in merito  agli obiettivi futuri per cui i biancocelesti sono ancora in corsa. Ma come si suol dire, quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare e se i ragazzi di Inzaghi vogliono dimostrare di esserlo, debbono serrare ora più che mai, i ranghi, e tenere alta la concentrazione in una settimana che alla sua conclusione, potrà promuoverli a pieni voti oppure rimandarli a tempi migliori.

I precedenti – Sono sette i precedenti tra biancocelesti e neroverdi. Il bilancio complessivo, vede i primi, in vantaggio con 4 vittorie a 2, mentre il segno X, è apparso soltanto in una circostanza. Per essere più precisi, nel primo incrocio ufficiale, datato  29 Settembre 2013. Al “Mapei Stadium”, la squadra di Petkovic si portò sul doppio vantaggio con due reti di Dias e Candreva, per essere poi raggiunta da Schelotto e Floro Flores. Le reti complessive segnate dai capitolini sono in tutto 14; tre in meno quelle dei romagnoli (11). La gara che è rimasta senza dubbio impressa nella mente dei tifosi aquilotti, è però sicuramente quella del 1 Marzo 2015. Una lanciatissima Lazio di Pioli, rifilò ben tre reti agli avversari, grazie ai bellissimi sigilli di Felipe Anderson, Klose e Parolo.

Curiosità – Un dato, per far pendere l’ago della bilancia in favore di Biglia e company.  Nelle ultime cinque partite, la Lazio ha conquistato ben 13 punti .Quattro vittorie contro Empoli, Udinese, Bologna e Torino, ed un pari in trasferta a Cagliari (nessuna squadra è riuscita a fare di meglio). Di contro, i neroverdi  sono reduci da quattro sconfitte interne in cui hanno realizzato un solo goal. Per provare a portare a casa i tre punti, Inzaghi farà affidamento sul suo classico  e collaudato gioco di squadra che ha portato sinora la squadra a realizzare il 96% di reti, dall’interno dell’area di rigore. Una percentuale altissima, sicuramente una delle più alte dell’intera serie A; ma occhio a quella negativa da fuori area (con il 23% di reti subite dalla distanza, i biancocelesti occupano il gradino più basso) e soprattutto a Berardi.  Quando vede biancoceleste, l’esterno offensivo, difatti, si trasforma; ben 4  su 6 gare disputate, le realizzazioni, di cui 3 sono giunte dal dischetto.