Connettiti con noi

Hanno Detto

Roma Lazio, Di Canio: «Tra i biancocelesti non c’è un virile, in rissa vado da solo»

Pubblicato

su

L’ex biancoceleste Di Canio ha analizzato la sconfitta della Lazio nel derby contro la Roma

Paolo Di Canio, ex biancoceleste, nel corso del Club su Sky Sport ha analizzato la sconfitta della Lazio nel derby contro la Roma.

NESSUN VIRILE – «Tra i giocatori della Lazio non ce n’è nessuno virile. Ci sono Pedro, Felipe Anderson, Luis Alberto, Milinkovic. Non c’è nessuno, per una rissa vado da solo così muoio da eroe, se no sembra anche che ti sei portato gli amici». 

ACERBI – «Acerbi a due fa una fatica, dai sottopassaggi già boccheggia. Sta giocando in un ambiente per lui nn facile. Dopo lo screzio con i tifosi non ha vita facile. Era un idolo, adesso è al centro della contestazione».

FAME – «Una squadra è arrivata con una fame per rimettere in piedi la stagione, l’altra era arrivata con più identità, con centrocampisti che giocano con tocchi di qualità li hanno mangiati. L’immagine è Zalewski, il ragazzino che si è bevuto Felipe Anderson».