Pancaro ricorda lo scudetto: «Eravamo un grande gruppo, così beffammo la Juve»

pancaro
© foto @LazioNews24

Giuseppe Pancaro ricorda l’anno dello Scudetto: un testa a testa tra Lazio e Juve fino all’ultima giornata

La corsa allo Scudetto di quest’anno, ricorderà ai più nostalgici quella della Lazio nella stagione 1999/2000: un testa a testa serrato con la Juventus, fino all’ultima giornata. Una rimonta incredibile che portò la squadra di Eriksson ad annullare i nove punti che la staccava dalla Vecchia Signora. A parlare di quel traguardo è uno dei protagonisti, Giuseppe Pancaro, che a La Stampa racconta: «Non si improvvisano, eravamo un grande gruppo, l’anno prima fummo noi ad essere beffati sul traguardo dal Milan, a distanza di 12 mesi ci rifacemmo con gli interessi, ma sui bianconeri. La vittoria a Torino ci diede lo slancio, segnò Simeone. Averli battuti a casa loro ribaltò le forze in campo, anche quelle mentali. Loro cominciarono a frenare, noi poi le vincemmo tutte, tranne un pareggio».

E sull’impresa del Napoli: «È da 3 anni che lavora con Sarri: sussistono tutte le premesse, altrimenti non avrebbe vinto allo Stadium con questa autorevolezza. È vero che gli azzurri sono ancora un punto dietro, ma credo che abbiano ribaltato le sorti del campionato: per me sono loro i favoriti».