Connettiti con noi

News

Pagelle Verona-Lazio: difesa da horror, Milinkovic e Immobile nel deserto

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match valido per la nona giornata di campionato tra Verona e Lazio : le pagelle

 Verona e Lazio sono scese in campo allo stadio Olimpico per la nona giornata del campionato di Serie A. Le pagelle dei protagonisti del match:

REINA 5,5 – Alcuni suoi interventi evitano che lo svantaggio arrivi in precedenza e sul primo gol non ha alcuna colpa. Il raddoppio nasce però da un suo errore in impostazione. Non può nulla nella ripresa.

MARUSIC 5 – Partecipa anche lui al festival del errore, pur non commettendo nulla di grave. In palese ritardo però su Simeone in occasione del 3-1.

PATRIC 5 – Clamoroso il suo errore in occasione del primo gol, dove sbaglia movimenti, piazzamento e diagonale. Si evidenzia fin troppo bene il suo esser fuori ruolo, specie quando la squadra va in difficoltà. Nella ripresa ha l’occasione per riaprire tutto, ma Montipò si supera.

RADU 4,5 – Per lui è la prima stagionale. E si vede. Appare spaesato e in palese difficoltà. Scivola sul primo gol, ma in generale quando viene chiamato in causa non è mai lucido e brillante.

HYSAJ 5 – Un suo errore nel primo tempo poteva costare davvero caro. Si fa schiacciare troppo e non arriva mai sul fondo. Per di più  in fase difensiva non dà mai sicurezza (57′ LAZZARI 5,5 – Tiene in gioco Simeone sul terzo gol. Va detto però che rispetto a Hysaj prova a creare qualcosa).

MILINKOVIC 6 – Predica nel deserto. Suo l’assist per il gol di Immobile, sua la traversa sul 3-1. Sue le uniche luci.

LEIVA 5 – Non accorcia in occasione del primo gol ed è l’immagine di una partita di sofferenza e di grande difficoltà. (62′ CATALDI 5,5 – Entra a partita già compromessa).

AKPA AKPRO 5 – Scelto per dare maggiore solidità, in realtà viene sovrastato dal ritmo e dall’intensità del centrocampo avversario. E molto spesso ricorre al fallo (57′ LUIS ALBERTO 5,5 – I suoi calci piazzati sono un fattore, ma alla fine non riesce a incidere. Rischia di diventare un caso).

FELIPE ANDERSON 5,5 – Nel primo tempo Casale lo annulla. Nella ripresa spreca l’occasione del possibile pari, provando la conclusione invece di servire Immobile. Ci prova sempre, ma troppo spesso pecca di lucidità

IMMOBILE 6 – Anche in una giornata brutta come questa trova il gol, con la partecipazione di Montipò. Ed è sempre l’ultimo ad arrendersi

PEDRO 5 – Oggi anche lui si perde nel buio e non riesce a brillare. Anzi commettere errore imperdonabili per uno con la sua esperienza. Infatti perde lui il pallone da cui nasce il 3-1, (62′ RAUL MORO 5 – Questa volta, a differenza della sfida con il Marsiglia, non incide).