Connettiti con noi

Europa League

Pagelle Midtjylland Lazio: difesa da horror, ma non si salva nessuno

Pubblicato

su

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match di Europa League tra i danesi e i biancocelesti: pagelle Midtjylland Lazio

Le pagelle dei protagonisti del match tra Midtjylland e Lazio, valido per la 2ª giornata del gruppo F dell’Europa League 2022/2023.

PROVEDEL 5,5 – Incolpevole su tutti i gol. Cerca di spronare la difesa, ma oggi è la più classica delle giornate no.

HYSAJ 4 – Sbaglia la diagonale in occasione dei due gol del Midtjylland, mettendo in mostra i suoi limiti. Nel secondo tempo commette errori grossolani, mettendo in difficoltà i compagni.

GILA 4 – Protagonista in negativo in entrambi i prime due gol gol: sul primo la sua pressione è quasi nulla, mentre sul secondo scivola goffamente. E, nel complesso, vive una partita da horror.

ROMAGNOLI 5 – Imbambolato pure lui, pur non avendo gravissime responsabilità. Partecipa al festival degli errori.

RADU 5 – Scelto, forse un po’ a sorpresa, dal primo minuto. Soffre tantissimo il dinamismo e l’aggressività degli avversari e, in più di un’occasione, va in bambola. (53′ MARUSIC 4,5 – Imbarazzante in occasione del rigore del 4-1. Entra e si adegua a una difesa a dir poco inguardabile).

LUIS ALBERTO 4 – Sbaglia un’infinità di pallone e si intestardisce in giocate personali e senza senso. Per esempio, da un suo calcio d’angolo tirato in porta, nasce il rigore del 3-0. Che sia davvero più utile a partita in corso?

CATALDI 5 – Nel primo tempo prova a dare un po’ di ordine in una squadra confusa. Nella ripresa crolla, come dimostrao dall’occasione del rigore causato. Serata in ombra.(69′ MARCOS ANTONIO 5,5 – Entra quando la partita è già indirizzata)

VECINO 4,5 – Avrebbe tra i piedi la palla che potrebbe riaprire ogni discorso, ma inspiegabilmente non tira. Sovrastato dal centrocampo avversario, fa mancare il suo supporto in fase di interdizione e copertura. (53′ MILINKOVIC 6 – L’unico che, a livello mentale, sembra essere partito da Roma. E non solo per il tiro da cui nasce il gol della bandiera, ma per il non volersi arrendere a un passivo umiliante).

FELIPE ANDERSON 5 – Poco pungente in attacco e poco utile in fase difensiva. Difficile però oggi gettare la croce addosso al brasiliano.

IMMOBILE 5– Idem come sopra. Mai servito, prova a svegliare e spronare la squadra. Ma oggi è la classica serata da spina staccata (76′ LUKA ROMERO s.v.).

PEDRO 5 – Suo l’unico tiro nello specchio del primo tempo. Per il resto un po’ evanescente, forse perché non al meglio (53′ CANCELLIERI 5 – Questa volta sbaglia l’approccio. Dorme sulla respinta del rigore del 4-1 e non fa la diagonale in occasione del pokerissimo).

Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.