Le pagelle di Inter-Lazio: grinta Lulic, Marchetti disattento

Lulic
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Inter-Lazio, sfida di Coppa Italia vinta dai biancocelesti con una grande prestazione di Lulic e Felipe Anderson

La Lazio batte l’Inter e stacca il pass per la semifinale di Coppa Italia. Felipe Anderson e Biglia su calcio di rigore firmano il successo biancoceleste a San Siro. A nulla è valso il goal di Brozovic nel finale. Tra i capitolini spiccano le prove di Lulic e Felipe Anderson, sempre pericolosi con le proprie incursioni. Ottima anche la partita di de Vrij, padrone della retroguardia laziale. Note stonate Marchetti, all’ennesima incertezza tra i pali, e Radu che ha lasciato i suoi in dieci in una fase delicata della gara.

LE PAGELLE DI INTER-LAZIO 1-2 –  Marchetti 5,5: L’unico pericolo concreto che subisce è il palo colpito da Kondogbia. Nella finale si fa trovare piazzato male sul colpo di testa di Brozovic rischiando di riaprire una qualificazione ipotecata.

Patric 6,5: Si propone di rado per accompagnare l’azione ma è sempre attento e grintoso nei duelli con gli attaccanti interisti.

de Vrij 7: Se la Lazio non rischia nulla è grazie ai suoi interventi puntali e precisi. Dà sicurezza a tutto il reparto difensivo. Nel finale contribuisce a blindare il risultato che vale la qualificazione.

Hoedt 6,5: Complessivamente una buona gara per l’olandese che rispetto al compagno di reparto incappa in qualche sbavatura di troppo. Non perfetto nella scalata in occasione del goal di Brozovic.

Radu 5,5: Gioca un buon primo tempo servendo uno splendido assist ad Anderson. Ammonito per il consueto sfoggio di grinta rimedia un secondo giallo evitabile in un momento topico della partita.

Parolo 6: Partita generosa del centrocampista lombardo presente in entrambe le fasi della squadra biancoceleste anche a scapito della lucidità in alcune giocate.

Biglia 6,5: Nel primo tempo contribuisce a far girare bene la squadra. Nella ripresa fa un lavoro più oscuro e diventa preziosissimo nel finale amministrando sapientemente palloni preziosi.

Murgia 6,5: Cresce col passare dei minuti dopo un approccio inizialmente timido. E’ lui a imbeccare Immobile nell’azione da rigore. Perde un pallone sanguinoso che costa il secondo cartellino a Radu.Costretto a lasciare il campo per un duro contrasto. Dal 77’ Wallace 6: Entra per dare solidità e centimetri alla difesa dopo l’espulsione di Radu.

Felipe Anderson 6,5: Il brasiliano si conferma croce e delizia di questa squadra. Ha il merito di sbloccare la gara con un bel colpo di testa ma poi sciupa due clamorose occasioni da goal. Gli manca sempre quel pizzico di cattiveria in più. Dal 74’ Milinkovic: sv

Immobile 6: Impreciso sotto porta nell’unica occasione da goal nitida capitatagli nel primo tempo, ha comunque il merito di andarsi a procurare un preziosissimo calcio di rigore.

Lulic 6,5: Fornisce l’assist vincente per la zuccata di Anderson, poi diventa decisivo nei duelli con gli avversarsi. Dal 74’ Lukaku: sv

Inzaghi 6,5: Prepara un’ottima gara puntando sulla voglia di riscatto dei suoi. Approfittando del pressing alto punta tutto sulle fulminee ripartenze di Anderson & co. Nel finale l’espulsione rischia di complicargli i piani ma la Lazio resiste e stacca il pass per la semifinale.

 

Articolo precedente
pioliInter, Pioli: «Abbiamo pagato una disattenzione»
Prossimo articolo
hoedt olanda lazioHoedt: «C’erano undici leoni in campo oggi»