Tutti pazzi per Milinkovic: Inzaghi lo aspetta, Guardiola lo corteggia

derby
© foto www.imagephotoagency.it

Milinkovic rientrerà a Roma poche ore prima del derby. Intanto il City starebbe pensando a lui in ottica mercato

In Cina era iniziata la sua avventura con la Lazio: i primi di agosto del 2015 Sergej Milinkovic – a poche ore dalla Supercoppa – era diventato un giocatore biancoceleste. Tare aveva vinto il duello con la Fiorentina, e mister Pioli stava preparando il preliminare di Champions League, sapendo di poter contare su un calciatore di indubbie qualità come il ‘Sergente’. Questa mattina, ancora in Cina, il centrocampista debutterà con la nazionale maggiore della Serbia, dopo esser stato letteralmente ignorato nell’ultimo periodo dal ct Muslim. Il tecnico ad interim, prima di partire per l’Oriente, aveva speso nei confronti di Savic parole di stima: «Penso che Milinkovic abbia ampiamente dimostrato in Serie A, ma anche in precedenza nelle giovanili di questa Nazionale, di meritare un posto tra i grandi». 

INZAGHI – Il giocatore arriverà a Roma poche ore prima del derby della Capitale, facendo crescere le preoccupazioni di mister Inzaghi in vista di un match così importante. La società giallorossa avrebbe chiesto alla federazione serba di far rientrare in anticipo Kolarov, evitandogli l’amichevole in Corea. Anche la Lazio potrebbe decidere di agire in questo modo, ma sarà difficile spuntarla.

MANCHESTER CITY – E se a Roma c’è chi lo aspetta con trepidante attesa, in Inghilterra c’è chi vorrebbe averlo nella propria formazione. Come anticipato nella giornata di ieri e confermato quest’oggi dal Corriere dello Sport, infatti, Sergej sarebbe diventato l’obiettivo del Manchester City per la prossima estate. Lotito lo vorrebbe blindare ed avrebbe alzato la richiesta a cento milioni, ma lo sceicco proprietario del club inglese potrebbe decidere di accontentare Guardiola e far fronte all’esoso impegno economico.