Gattuso: «La Lazio somiglia molto alla Juve, ci ha sempre messo in difficoltà. Domani mancheranno due titolari…»

gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Rino Gattuso è intervenuto nella conferenza stampa di Milanello per presentare la partita di domani tra Milan e Lazio

Tre punti di differenza tra Milan e Lazio, con i biancocelesti che hanno una gara da recuperare. Se non è un match point poco ci manca, quello che avrà inizio domani alle 20:30 a San Siro. Gattuso in conferenza stampa ha presentato la sfida: «La Lazio è una squadra molto fisica, somiglia molto alla Juve. Quando vanno sul fondo riempiono sempre l’area con tanti uomini. Bisogna metterci cattiveria agonista e tanta voglia, domani il bel gioco non basta. Non dobbiamo dimenticarci però, che ogni volta che li abbiamo incontrati abbiamo sempre fatto fatica, perchè oltre a esser fisici ti fanno spendere tanto. Domani m’accontenterei della prestazione fatta con la Juve, sicuramente commettendo meno errori, ma voglio vedere quella squadra lì. Abbiamo fatto una buona settimana, ho visto una squadra viva. Degli arbitri si è parlato abbastanza, ora stop. Non bisogna crearsi alibi, è troppo facile farlo oggi. Rocchi? Perfetto, è internazionale da tantissimo tempo. È  una garanzia, solo in Italia si fanno questi discorsi. L’arbitro è uno, quando lo fermano non viene pagato. Non dobbiamo avere paura che sia in mala fede. Giocare per il pareggio? Noi dobbiamo giocare per vincere, sappiamo che sarà difficile. Abbiamo davanti un avversario che ci ha sempre messo in difficoltà. Avvicendamenti in difesa? Vedremo».

ROMA, INFORTUNATI E ADDIO A FINE STAGIONE – Gattuso continua: «Le parole di Maldini le avete ascoltate? Sono contento e ho due anni di contratto, l’obiettivo è tornare in Champions. Le chiacchiere sono da bar. Totti? Non lo sento da 4-5 mesi a questa parte, l’ho chiamato al compleanno, ho ancora due anni di contratto, devo tanto a questa società. Non credete a queste cose qui. Infortunati? Donnarumma settimana prossima sarà dei nostri, Paquetà bisogna ancora aspettare, bisogna vedere se gli dà fastidio ancora la caviglia. Conti? Oggi vediamo. Ieri si è allenato, speriamo che stia bene, la sua presenza ci può far comodo».

CORSA CHAMPIONS – «Quale squadra temo di più? Vedere l’Atalanta è davvero bello, sembra che non fanno fatica quando giocano. Stanno facendo delle cose incredibili, fanno delle cose uniche, solo loro giocano così, mi piace tantissimo e sono in forma. Domani la prova del nove? Partita importante, dobbiamo dare continuità a quello che abbiamo fatto vedere con la Juve. Fondamentale per la classifica, è l’importanza della partita che ci deve portare a fare una gara lucida. Bisogna mettere tutto in campo, fare una partita gagliarda, rispondere colpo su colpo».