Luis Alberto: «Vittoria importante per il terzo posto. Arbitro? Non è stato molto bravo, ma…»

Luis Alberto
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio conquista una pesante vittoria contro la Fiorentina al Franchi. Luis Alberto, al termine del match, ha commentato la gara in questo modo

La Lazio ottiene i tre punti in una delle partite più importanti della sua stagione in chiave Champions. L’armata di Inzaghi riesce a rimontare per ben due volte ai momentanei svantaggi, ed al fischio dell’arbitro Damato il risultato è 3-4. A qualche secondo dalla fine del match, Luis Alberto è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium: «Vittoria pesante? Sì, la partita è iniziata in modo un po’ strano. L’arbitro non è stato molto bravo. L’importante sono i 3 punti per rimanere al terzo posto. Siamo una squadra forte che è riuscita a recuperare gli svantaggi. Più forti dei torti arbitrali? La Fiorentina ha fatto una bella partita. I 3 punti sono importanti per avere più fiducia per il finale di campionato. 11 gol? Penso che la palla l’ho toccata un po’, ma un po’ anche il difensore (ride, ndr). E’ stato importante per la Lazio. Continuiamo così!».

SKY SPORT – «Questa squadra merita tutto, lavoriamo tanto in settimana. Noi abbiamo dimostrato che la Lazio è una squadra fortissima. La Fiorentina nelle ultime otto partite aveva preso un gol, e oggi ne ha presi 4. Abbiamo dimostrato che possiamo giocare insieme. Un buon calciatore deve stare sempre in campo, può fare sempre la differenza. Felipe, Sergio ed io possiamo giocare insieme. E’ difficile far giocare tutti. Felipe è uno dei giocatori che sta più in forma in questo momento».

LAZIO STYLE RADIO – Infine, l’esterno è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste: «La squadra ha dimostrato di essere forte, soprattutto di testa. Il match è stato condizionato dall’arbitro. Il primo tempo è stato un ‘casino’, pensavo di giocare a FIFA. Abbiamo fatto una buona partita, tanta corsa per la squadra. L’importante sono i tre punti per stare in Champions la prossima stagione. La Lazio non ha mai mollato? Oggi si è vista una squadra forte, nessuno ha mollato. Dopo il primo tempo, volevamo vincere, soprattutto per Murgia: l’espulsione non era giusta. L’abbiamo fatto. Dobbiamo continuare. Sono dispiaciuto di non poter giocare domenica, sicuramente Felipe o altri faranno bene. Cosa avete fatto nello spogliatoio? Abbiamo detto di lasciar perdere tutto quello che è successo anche con l’arbitro, e di continuare perché tra poco più di quarantotto ore abbiamo già un’altra partita. Confusione nel cambio? Abbiamo sbagliato, Martin aveva detto alla panchina che io stavo male. Quando ho visto il cambio ho detto che stavo bene, era un po’ strano terminare con due punti. La colpa è di Martin Caceres (ride, ndr). Tuo figlio Lucas ti fa dormire? Facciamo cambio ogni tre-quattro ore. E’ bellissimo adesso con due figli. Patricia ed io siamo giovani, ma è bellissimo così, tutto per la famiglia».

Articolo precedente
la giocata del matchLa giocata del match – Testa e cuore oltre l’ostacolo: questa Lazio non molla mai – Video
Prossimo articolo
Disastro Damato, Cesari: «L’espulsione di Murgia non c’era, rigore netto su Leiva»