Milan-Lazio, la smentita di Leiva: «Accuse infondate, mai mancato di rispetto a nessuno!» – FOTO

Coppa Italia Giudice Sportivo
© foto www.imagephotoagency.it

Lucas Leiva ha smentito le accuse di chi pensava avesse attaccato pesantemente l’addetto stampa del Milan al termine del match

Qualche ora fa, come anticipato, si era diffusa la notizia relativa al comportamento scorretto di Lucas Leiva nei confronti dell’addetto stampa del Milan al termine del match di San Siro di sabato scorso. Pronta è arrivata la smentita del brasiliano, che ha pubblicato un comunicato sui propri profili social: «Mi preme chiarire in modo chiaro che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano, sono totalmente false ed infondate. È mia premura evidenziare in modo perentorio tale fatto increscioso e totalmente falso nei miei confronti, in quanto in dieci anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno. Ciò non fa assolutamente parte del mio comportamento professionale e altresì offende non solo terzi ma anche me a livello umano. Sicuramente in una partita di calcio, preso dalla tensione agonistica, posso aver detto molte cose, ma c’è sempre un limite che giammai mi son permesso di superare, in quanto la mia educazione fondata su rispetto e buon senso non mi farebbe mai tollerare tale condotta».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Mi preme chiarire in modo chiaro che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano, sono totalmente false ed infondate. È mia premura evidenziare in modo perentorio tale fatto increscioso e totalmente falso nei miei confronti, in quanto in dieci anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno. Ciò non fa assolutamente parte del mio comportamento professionale e altresì offende non solo terzi ma anche me a livello umano. Sicuramente in una partita di calcio, preso dalla tensione agonistica, posso aver detto molte cose, ma c’è sempre un limite che giammai mi son permesso di superare, in quanto la mia educazione fondata su rispetto e buon senso non mi farebbe mai tollerare tale condotta.

Un post condiviso da Lucas Leiva (@leivalucas) in data: