Lazio, Rocchi: «I tifosi mi vogliono bene, ne sono orgoglioso»

rocchi lazio
© foto @LazioNews24

Rocchi, da giocatore ad allenatore. Dopo il successo con la Lazio Under 14 , l’ex centravanti vede il suo futuro ancora in panchina

Il suo futuro è ancora biancoceleste. Tommaso Rocchi ha fatto la storia della Lazio da giocatore, ora si sta ritagliando il suo ruolo anche come allenatore. Con i ragazzi dell’Under 14, si è titolato Campione d’Italia – battendo la Roma in finale per 3-0 – adesso il salto di categoria: l’Under 15. La panchina è nel futuro dell’ex numero 9, come lui stesso ha dichiarato in un’intervista a Leggo: «Quando smetti di giocare non sai bene cosa ti proporrà il futuro. Ho provato con le telecronache a Sky, ma quando ho iniziato ad allenare ho capito di voler fare quello nella vita. Mettere gli scarpini e poter trasmettere la mia esperienza ai ragazzi mi ha fatto sentire vivo. Non mi interessa la categoria, voglio fare l’allenatore». Il sogno è quello di seguire il cammino tracciato da Inzaghi, il tecnico piacentino ha infatti seguito tutta la trafila delle giovanili, prima di approdare in prima squadra. Ma la fretta, si sa, non è una buona compagna di viaggio e Rocchi ne è consapevole: «Sarebbe un sogno ripercorrere le sue orme, ma bisogna avere pazienza. Vado avanti passo dopo passo».

Infine, un pensiero ai tifosi e al rapporto che ha con loro: «Mi vogliono bene e io altrettanto. Tra di noi è rimasto lo stesso legame di quando ero calciatore, ci unisce un rapporto sincero, sono orgoglioso di questo».