Lazio, Petrelli: «I biancocelesti hanno meritato la vittoria della Supercoppa!»

© foto Db Reggio Emilia 24/11/2019 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

Sergio Petrelli, ex Lazio, è intervenuto per parlare del momento in casa capitolina

Sergio Petrelli, ex terzino biancoceleste e campione d’Italia nel 1973/74, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio. Ecco ciò che ha detto:

«La Lazio ha meritato di vincere la Supercoppa contro la Juventus, è stata più incisiva dei bianconeri, si è vista in campo una bella squadra, organizzata, messa bene, un bello spot per il calcio italiano: si vedono squadre allo stesso livello, o quasi, della Vecchia Signora. I biancocelesti sono stati migliori nella voglia di vincere, il gruppo di Inzaghi è in condizione, molti elementi della rosa stanno al 100% delle proprie potenzialità. Non credevo che la Lazio riuscisse a battere due volte la Juventus in quindici giorni, temevo il valore della compagine di Sarri».

CONDIZIONE – «I biancocelesti sono un bel vedere, corrono tutti, chi subentra dà sempre il massimo. Tutti i giocatori sono partecipi, sono al fianco di Inzaghi, quando esultano festeggiano spesso con il tecnico, gli vogliono bene, lo trattano come un fratello maggiore che deve decidere per loro e rispettano le sue scelte: ciò significa averlo nel cuore. Molti giocatori fanno tutto per il loro allenatore. Immobile si muove, crea spazi, fa sponda, aiuta gli altri nel penetrare in area: ora non sta trovando la rete con regolarità, ma presto tornerò a segnare. Non ci poniamo di certo il problema. Caicedo rappresenta una validissima alternativa. Noi vincemmo lo Scudetto del 1974 quando ci fu la flessione di Milan, Juventus e Napoli: ora le big stanno andando a passo meno spedito, i nerazzurri mettono spavento ai bianconeri; la Lazio, dal canto suo, è lì, ha recuperato qualche punto alle prime due. Mantenendo questa condizione fisica, la squadra di Inzaghi potrebbe rappresentare un osso duro per le altre».