Lazio inarrestabile, Palermo ko per 6-2: l’Europa è sempre più vicina

malaga-lazio
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio vince con una prova di forza contro il Palermo per 6-2

Una partita chiusa sin dal primo tempo anche se con qualche errore di distrazione di troppo. Il clima derby già inizia a farsi sentire e la Lazio vuole dimostrare di essere pronta, portando a casa una vittoria schiacciante per 6-2 contro il Palermo e stabilizzandosi saldamente al 4 posto.

Primo Tempo – Chi ben comincia è a metà dell’opera diceva Aristotele e la Lazio sembra aver interpretato al meglio le parole del filosofo greco portandosi in vantaggio all’8 minuto con Ciro Immobile che, dopo neanche due minuti, firma il doppio vantaggio biancoceleste. I ragazzi di Inzaghi non lasciano respirare il Palermo, pressano, marcano ma soprattutto attaccano. Al 21’ ci pensa Keita a portare la squadra sul 3-0 che vince il duello dal limite con un difensore del Palermo, batte Posavec e mette la palla in rete. Una Lazio inarrestabile, che non da tempo al Palermo neanche di capire cosa sta succedendo e nel giro di un paio di minuti Keita si ritrova sul dischetto difronte a Posavec: fallo di Morganella netto sul giocatore e calcio di rigore, Keita va e dal dischetto non sbaglia, siglando il 4-0. La tripletta più veloce del campionato è proprio quella del numero 14 che al 27’, su assist di tacco di Immobile segna il 5-0. Una Lazio che non lascia niente agli avversari ma che anzi, ha ancora voglia di fare gol. Il primo tempo si conclude quindi 5-0 per i padroni di casa.

Secondo Tempo – Il secondo tempo si apre con una sostituzione per la Lazio, fuori Parolo e dentro Lukaku. Brusco risveglio per i biancocelesti: Rispoli viene servito da un compagno e si ritrova davanti a Strakosha e non sbaglia, portando il risultato 5-1. La Lazio va un po’ in bambola e regala il secondo gol al Palermo dopo appena 6 minuti: Hoedt sbaglia il retropassaggio per Strakosha, il portiere albanese calcia su Rispoli e sul rimpallo la palla entra in rete. Il Palermo sembra crederci ancora e ora copre bene gli spazi, riparte e tenta di sorprendere i biancocelesti, la Lazio invece, sembra affaticata. Secondo cambio per la squadra di casa: al 70’ fuori Milinkovic e dentro Crecco. La Lazio sembra aver ripreso bene le distanze dai rosanero e Keita prova a realizzare il quarto gol a suo nome ma la palla esce di pochissimo. Ultima sostituzione per la Lazio, all’82’ fuori Keita e dentro Lombradi. Il sesto gol dei biancocelesti porta la firma di Luca Crecco che al 91′ segna sulla ribattuta del portiere palermitano, primo gol in stagione per lui. Il match si conclude così, 6-2 per la Lazio e il quarto posto raggiunto, ora testa al derby.