Lazio, Mazza: «Auguro ai biancocelesti di avere la meglio»

© foto Db Genova 23/02/2020 - campionato di calcio serie A / Genoa-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: esultanza gol Adam Marusic

Il giornalista ha espresso il suo pensiero sull’emergenza sanitaria e fa un augurio speciale alla squadra di Inzaghi

Il sogno della Lazio continua: la squadra di Inzaghi sta toccando con mano la vetta della Serie A, in attesa del big match che si giocherà tra Juventus e Inter domenica sera che si giocherà a porte chiuse come le altre sfide da recuperare. La corsa allo scudetto sta ricominciando anche se il problema sanitario è molto più grave del previsto. L’ex direttore di Rai Sport, Mauro Mazza, ha detto la sua ai microfoni di Radiosei sul cammino biancoceleste e la situazione attuale dell’Italia a causa dell’emergenza Coronavirus. Ecco cos’ha detto:

«Ciò che sta accadendo è rappresentato dal fatto di voler giocare il campionato a porte chiuse, è un effetto collaterale inevitabile. Ciò priverà questo sport della passione e del calore. Il momento lo pretende, non è da escludere che da qui in avanti qualcosa possa ancora cambiare. Non è detto che sia questa la conseguenza definitiva. I giocatori potrebbero contagiarsi tra di loro. Speriamo tutti che presto possano arrivare buone notizie da questa guerra non ufficializzata, l’auguro è che possano diminuire i contagi e aumentare i guariti».

Poi continua:

«Se all’estero trattano l’Italia in un certo modo è perché altrove hanno sottovalutato la questione. La vita è condizionata, e il calcio è uno dei settori di essa. Sicuramente ciò avrà un impatto sui risultati delle gare, ci sarà chi ne soffrirà di più e chi meno. Juventus-Inter è una gara equilibrata di suo, adesso lo sarà ancora di più. Questa sosta inaspettata potrebbe avere influire positivamente sui tempi di recupero e sulla condizione generale. Vediamo il bicchiere mezzo pieno. Ora inizia un campionato a porte chiuse, sarà diverso. Testa e mentalità faranno la differenza per le squadre. Auguro alla Lazio si avere la meglio su tutto».