Lazio, Maestrelli: «Legame speciale coi biancocelesti. Chinaglia era sempre da noi»

© foto @LazioNews24

Lazio, le parole di Massimo Maestrelli sul padre Tommaso e su Chinaglia in una lunga intervista rilasciata a Leggo 

Un mito, una leggenda: Tommaso Maestrelli è nel cuore di tutti, di chi l’ha vissuto coi propri occhi e di chi ne ha solo sentito parlare dalle tante storie raccontate da padri e nonni. Il figlio Massimo ha voluto ricordare il papà in una lunga intervista a Leggo. Ecco cos’ha detto su di lui e ha raccontato qualche aneddoto dei tempi biancocelesti:

«Quanto affetto! Pochi giorni fa sono stato a Nepi, in un club dedicato a papà e un tifoso mi ha detto: ‘Vedo in te gli occhi di tuo padre e torno indietro nel tempo. Quanti pomeriggi di felicità mi ha regalato Maestrelli’. Mio padre era divertente, affettuoso e ironico. Io sono rimasto legato a tutte le squadre che ha allenato, ma con la Lazio e con la città di Roma c’è sempre stato qualcosa di speciale. Chinaglia? Era un ragazzo fragile, si attaccò molto a mio padre, era sempre a pranzo da noi. La più grande cotta calcistica di mio padre però fu Giordano, fu attratto da lui in modo incredibile». 

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy