Lazio, Lukaku sempre più in bilico: ad Auronzo l’ultima chance

formello
© foto www.imagephotoagency.it

Nel ritiro di Auronzo di Cadore, Jordan Lukaku sarà valutato e, in seguito, verra presa una decisione relativa al suo futuro

Jordan Lukaku deve ripartire. Dopo una stagione da dimenticare, il belga avrà la possibilità di mostrare di aver migliorato la propria condizione fisica nel corso del ritiro di Auronzo di Cadore. La strategia conservativa relativa al trattamento dei suoi problemi al ginocchio non è servita e, lo scorso gennaio, il terzino ha dovuto subito un’operazione subito dopo il mancato trasferimento al Newcastle. Il problema, riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, va rintracciato nella muscolatura imponente che lo contraddistingue e che lo rende fragile e vulnerabile in caso di infortunio. Il troppo allenamento rischia di causare un peggioramento dei problemi che si porta dietro da tempo, per questo lo scorso autunno ha lavorato al 50%, perdendo inevitabilmente smalto, in particolare nella fase di accelerazione. A conseguenza di ciò, l’estromissione sia dalla Nazionale che dalle gerarchie di Simone Inzaghi.

RITIRO – Non è stato ancora stabilito se Lukaku, tra le Tre Cime di Lavaredo, lavorerà insieme ai compagni oppure ancora a parte. Quel che è certo è la Lazio è ben intenzionata a salvaguardare il potenziale del giocatore, che ha un contratto fino al 2022, ma non è disposta ad aspettarlo per un periodo di tempo così prolungato. In ritiro, il belga dovrà dimostrare di aver compiuto passi importanti nel processo di recupero.