Conferenza stampa, Inzaghi: «Domani dovremo dare il 120% ed essere squadra»

La Lazio si prepara per la Fiorentina, domani mister Inzaghi presenterà la gara durante la canonica conferenza della vigilia

Archiviata la parentesi dell’Europa League, tornano gli impegni della Serie A. Per la Lazio, solo poche ore per presentare la gara contro la Fiorentina: poco meno di 48 per mettersi alle spalle la sconfitta contro il Celtic e perfezionare le scelte tattiche. Domani, alle 13.30, mister Simone Inzaghi presenterà la gara di Firenze rispondendo alle domande dei cronisti presenti nella canonica conferenza stampa.

GLASGOW«Una delle migliori prestazioni ma non abbiamo ottenuto risultato, dobbiamo credere in quello che facciamo. Giocare, come abbiamo fatto, in un determinato modo non è da tutti ma dobbiamo fare ancora di più. Torniamo con zero punti con grande fatica ma dobbiamo recuperare in fretta perchè domani c’è una gara importante. Dobbiamo continuare a lavorare e credere nelle nostre forze. Partite come quella di Glasgow in passato si sono capitate ma i risultati passano attraverso le prestazioni e quella è stata importante».

FIORENTINA«Gara importante contro una nostra diretta competitor, Due squadre entrambe in un ottimo momento, troveremo una città intera che segue una squadra con molto entusiasmo e noi dovremo essere bravi a cogliere i momenti cruciali del match».

LEIVA«All’inizio difendevamo meglio, tutti devono aiutare. A Glasgow sui due gol abbiamo commesso errori individuali che dobbiamo risolvere al più presto. Prendere quei gol ti condiziona, c’è molto dispendio di energie e per questo avremmo meritato molto di più. Vedrò chi avrà recuperato. Leiva ha fatto una buona gara, parlare di singoli non mi sembra opportuno».

FIDUCIA – «Non dobbiamo perdere la fiducia, abbiamo fatto una grande gara. Giocavamo contro una squadra forte che in Europa ha perso pochissimo, contro una squadra che ha dei valori e abbiamo sofferto poco. Il rammarico è stato nel non chiudere la partita, non siamo stati abbastanza cinici».

IMMOBILE – «Bisogna fare delle valutazioni, penso che con la nostra vittoria non si sarebbe parlato di questo. Domani sicuramente giocherà e vedrò che affiancargli. Dobbiamo essere bravi a gestire le forze, se avesse giocato in Scozia non avrei potuto utilizzarlo domani».

STRAKOSHA, ACERBI – «Non sono in grado di dare una risposta perchè ho dato qualche ora in più di recupero ai ragazzi. Dovrò valutare le condizioni di tutti, oggi dopo la rifinitura farò i convocati e domani faremo un risveglio a Firenze e sceglierò la formazione in base a chi ha recuperato meglio. Basterebbe iniziare due settimane prima il campionato senza aver bisogno di mettere i turni infra settimanali, saremmo più tutelati noi che giochiamo l’Europa League di giovedì. Con un anticipo di due settimane tutti gli sportivi sarebbero contenti e noi non avremmo tutte queste gare riavvicinate».

LUIS ALBERTO – «Abbiamo l’opzione di metterlo a centrocampo ma due anni fa non avevamo Correa e Caicedo in queste condizioni. Per noi è un giocatore molto importante e lui sta lavorando nel migliore dei modi».

FIORENTINA – «La Fiorentina ha un ottimo allenatore. Riduttivo parlare solo di Ribery e Chiesa, hanno un’ottima squadra. Sarà una gara dove dovremo dare il 120% di noi, dovremo essere squadra sempre che in queste partite potrebbero costare molto caro».