Lazio, de Vrij non risponde alla convocazione dell’antidoping e chiede il rinvio: ecco gli ultimi aggiornamenti

calciomercato lazio de vrij immobile
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo Joao Pedro l’antidoping chiede spiegazioni anche a de Vrij, ma il difensore della Lazio ha chiesto il rinvio in attesa dall’arrivo del suo legale in Italia

AGGIORNAMENTO ORE 17.45 – Stefan de Vrij non ha risposto alla convocazione della NADO (società antidoping). Il difensore olandese – come riporta lalaziosiamonoi – oggi pomeriggio non si sarebbe presentato nella sede del CONI e avrebbe chiesto un rinvio di qualche giorno in attesa dell’arrivo del suo legale in Italia. La Lazio comunque non risulta coinvolta nella vicenda, visto che lo staff medico biancoceleste non è stato chiamato in causa.

Nella mattinata è arrivata la notizia della positività di Joao Pedro all’antidoping, in seguito alla partita con il Sassuolo dell’11 febbraio. Un’altra notifica il Coni l’ ha inoltrata Stefan de Vrij. Come spiega Repubblica, per quanto riguarda l’olandese però non si tratterebbe di una notifica per “positività” o “non negatività” a un farmaco, ma solo di una questione procedurale sulla quale de Vrij dovrà fornire delle spiegazioni supplementari.

LA RICOSTRUZIONE – In poche parole il test anti-doping cui si è sottoposto l’olandese dopo la partita tra Lazio e Verona di lunedì 19 febbraio, valida per la 25esima giornata di campionato, si sarebbe sviluppato in due diversi momenti (due esami delle urine anziché uno, per raggiungere la quantità necessaria al regolare svolgimento dei test). Ciò avrebbe comportato l’obbligo di firma di due diversi documenti, ma – per errore o distrazione – ne sarebbe stato siglato solamente uno. Per questo motivo il giocatore dovrà fornire ulteriori spiegazioni al Coni.

Articolo precedente
la giocata del match immobile felipe anderson calciomercato lazioStanchezza, sfortuna, smarrimento: le tre “S” che condannano la Lazio
Prossimo articolo
campagna abbonamenti volantino curva nord lazio ScidaDinamo Kiev-Lazio, annullata la vendita dei tagliandi ai sostenitori biancocelesti: i dettagli