Connettiti con noi

Campionato

Lazio Bologna, Inzaghi: «L’atmosfera nello spogliatoio è come quella del 2000» VIDEO

Redazione LazioNews24

Pubblicato

su

lazio inzaghi


Lazio Bologna, le parole di Simone Inzaghi dopo la vittoria per 2-0 che porta i biancocelesti in testa alla classifica

La Lazio non si ferma più: battuto 2-0 il Bologna e primo posto in classifica. Simone Inzaghi, intervenuto ai microfoni di Sky Sport ha commentato così la partita:

«Sarebbe stato difficile vedere la Lazio al primo posto in classifica, ma dopo il ritiro ero molto fiducioso e sapevo che potevamo fare bene. So quanto mi danno i ragazzi e cosa realizzano tutti i giorni. Sarebbe riduttivo parlare solo di Luis Alberto e di Milinkovic, parlerei del gruppo e lasciare Vavro e Caicedo è stato molto difficile ma dovevo fare un cambio per le caratteristiche tattiche del Bologna. Questa partita era estremamente pericolosa e l’abbiamo preparata nei minimi dettagli e nel primo tempo potevamo segnare di più. Abbiamo sofferto tantissimo nel secondo tempo ma abbiamo comunque provato a trovare il terzo gol. E’ un bel percorso iniziato da quattro anni, le scorse stagioni abbiamo alzato trofei che non hanno vinto altri. 

Speriamo di non perdere giocatori importanti, non dimentichiamo che questa squadra in due partite ha giocato senza Acerbi ma ho la fortuna di avere giocatori che riescono a sopperire la mancanza di Francesco. Coronavirus? In Italia abbiamo un problema grave che al di là delle partite di calcio, dobbiamo cercare di pensare a fare tanta prevenzione e risolvere il problema. 

Cosa rivedo dello scudetto del 2000? L’atmosfera è quella di vent’anni fa e i ragazzi sanno che il mister e lo staff fanno di tutto. Quello che diceva Eriksson, noi giocatori lo seguivamo alla lettera. Il giorno dello scudetto è stato un giorno fondamentale e sogno spesso una festa per vincere il primo posto ma sarebbe solo qualcosa in più alle vittorie dei trofei che abbiamo vinto negli anni». 

Il mister ha parlato anche ai microfoni di Lazio Style Radio. Ecco le sue parole:

«Abbiamo fatto un’ottima partita contro un avversario forte ed organizzato con un bravo allenatore. La giornata del 14 maggio 2000 è indimenticabile, ma anche questi ragazzi mi fanno emozionare. Emergenza Coronavirus? Ci dobbiamo adeguare a come si sta evolvenzo la situazione, è un problema grave.

Sinisa l’ho trovato bene, ci siamo salutati e gli ho fatto i complimenti per come stanno giocando. Meritano qualche punto in più. Grandissima emozione per l’arrivo del terzo figlio, è una notizia che attendevamo da molto. Ad Agosto ci sarà un Inzaghi in più. Prepareremo la partita contro l’Atalanta come tutte le altre. Porte aperte o porte chiuse non fa differenza. Afrronteremo una squdra forte»

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy
Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement