LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Lazio-Sassuolo

inzaghi lazio
© foto Db Firenze 27/10/2019 - campionato di calcio serie A / Fiorentina-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

Lazio-Sassuolo è un match decisivo per Inzaghi. Bisognerà evitare la lunghezza nel pressing vista a Lecce

Dopo le sconfitte contro Lecce e Milan, la Lazio di Inzaghi non può più sbagliare. Soprattutto in un turno dove la Juve affronta l’Atalanta. Non sarà però facile contro il Sassulo, avversario molto in salute. La squadra di De Zerbi fa uno dei calci più ambiziosi della Serie A, caratterizzato dalla voglia di tenere il più possibile la palla e di essere dominanti nel palleggio. In particolar modo, i neroverdi sono abili nell’attirare l’avversario n pressing per poi trovare l’uomo libero alle spalle.

In generale, la Lazio non è una squadra che esaspera il pressing offensivo, preferisce anzi optare per un baricentro più basso. Nel precedente match contro il Lecce, i biancocelesti hanno dimostrato parecchia lunghezza tra le punte e le mezzali. I salentini hanno trovato tante volte Petriccione libero alle spalle degli attaccanti. Contro il doppio mediano del Sassuolo, la Lazio dovrà essere più abile e compatta senza palla: concedere ricezioni tra le linee ai neroverdi può rivelarsi pericoloso.