Napoli, Koulibaly: «Non posso dimenticare i cori razzisti dei tifosi della Lazio»

cori razzisti
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore del Napoli Koulibaly è tornato a parlare dei cori razzisti subiti dai tifosi della Lazio in un match del fabbraio 2016

«Basta razzismo nel calcio», è questo il messaggio lanciato da Kalidou Koulibaly, protagonista del forum ‘Equal Game’, organizzato dall’Uefa, al liceo Agnesi di Milano. Il difensore del Napoli è stato vittima di cori discriminatori in un match giocato nel febbraio 2016 allo stadio Olimpico contro la Lazio. Il senegalese ha ricordato quel giorno così: «Chiesi aiuto ai miei compagni e all’allenatore. Parlammo con l’arbitro Irrati per fermare il match. Quella situazione mi dava molto fastidio. Fortunatamente tutto si è risolto e sono riuscito a terminare la gara. Non dimenticherò mai l’episodio e la reazione dei tifosi azzurri: hanno indossato la mia maschera alla partita successiva (prima di Napoli-Carpi, ndr). Fu qualcosa di emozionante. Siamo tutti uguali e bisogna trattare il problema con grande determinazione per risolverlo definitivamente. Sospendere le partite può essere una soluzione. Mi dispiace per tutti gli spettatori, ma funziona. Lo abbiamo visto contro la Lazio. Il giudice di gara fu coraggioso e poi non ho sentito più niente».