Inzaghi: «Peccato per il terzo gol. Su Felipe Anderson e il sorteggio…»

Inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi dopo il match contro lo Zulte

La Lazio chiude con una sconfitta l’ultima partita del gruppo K, girone ampiamente vinto in anticipo, perdendo 3-2 sul campo dello Zulte Waregem, eliminato nonostante i tre punti. Queste le parole di Simone Inzaghi a Sky Sport: «Una volta raggiunto il pari non dovevamo prendere il terzo gol. Sono contento, abbiamo avuto dei buoni rientri, dispiace per la sconfitta, ma ho visto quello che volevo vedere. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare, abbiamo preso il primo e il terzo gol evitabili, nel secondo mi pare ci sia stata una deviazione ma devo rivederlo. Ho visto la reazione dopo il doppio svantaggio, abbiamo fatto due bei gol. Felipe Anderson? Sono rimasto molto soddisfatto, gli avevo detto che avrebbe giocato meno, invece ha giocato 35 minuti. Ha fatto molto bene si è fatto vedere e ha mostrato grande personalità. Sono soddisfatto della sua prestazione. Mentalità? Vogliamo continuare a giocare sempre per vincere. Prima era un mini torneo, ora dovremmo giocare partite di andata e ritorno. Sorteggi? Non eravamo stati fortunati nel girone, speriamo di esserlo adesso.  Virtù? Tenacia, grinta e carattere, così si può andare lontano».

CONFERENZA – Inzaghi ha parlato anche nella consueta conferenza stampa post-partita:

Stasera, sconfitta a parte, ci sono due buone notizie: il ritorno di Felipe Anderson e l’esordio di Miceli…
«Le risposte che volevo le ho ricevute da tutti. Mi dispiace perdere ovviamente, perché dopo il gol del pareggio non avremmo dovuto prendere il terzo. Ma teniamoci il ritorno di Felipe e quello di Wallace». 

Come hai visto Felipe?
«Mi aspettavo di vedere così Felipe Anderson. Negli ultimi minuti è calato un po’ ma all’inizio l’ho visto pimpante dietro le due punte».

Qualche errore di troppo in difesa…
«Abbiamo preso i primi due gol evitabili e sul terzo avremmo dovuto accorciare, anche se è stato un bel tiro del loro attaccante. Avevamo cambiato schieramento, sapevo che potevo correre rischi. Mi interessavano determinate risposte e le ho ottenute. Avrei voluto chiudere il girone da imbattuto, ora pensiamo al campionato e al sorteggio di lunedì, sperando di avere un po’ di fortuna». 

Articolo precedente
Europa LeagueEuropa League, lunedì il sorteggio dei sedicesimi: ecco chi deve evitare la Lazio
Prossimo articolo
patricZulte Waregem-Lazio 3-2, tabellino e pagelle