Connettiti con noi

News

Infermeria affollata e problemi fisici: a Torino ancora soluzioni forzate per Inzaghi

Pubblicato

su

lazio inzaghi

Parlare di piena emergenza è diventata ormai abitudine a Formello. Dalla ripresa del campionato sono numerosi i grattacapi per Simone Inzaghi, costretto a scegliere la formazione dopo aver fatto i conti con l’infermeria.

Anche contro la Juventus saranno tredici o quattordici i calciatori di movimento effettivamente a disposizione di Simone Inzaghi, e tra questi in molti stringeranno i denti. Denis Vavro convive con la pubalgia e stringerà i denti per andare in panchina a Torino, così come l’affaticato Luiz Felipe, che partirà dal primo minuto. Bastos avrà un’altra chance da titolare dopo aver giocato dal 1′ col Sassuolo ed essere subentrato nella ripresa a Udine. Il diffidato Acerbi giocherà al centro o a destra, mentre Stefan Radu darà forfait. Leiva non dovrebbe recuperare e Cataldi convive coi consueti problemi alla caviglia, dunque da play potrebbe toccare ancora una volta allo stacanovista Marco Parolo, che in Friuli ha chiuso da centrale di difesa. Marusic è ancora ai box e potrebbe tornare per l’ultima settimana di campionato, mentre per Lulic se ne riparlerà la prossima stagione.

Luis Alberto e Milinkovic non stanno bene e avrebbero bisogno di riposo ma saranno chiamati agli straordinari dal tecnico, così come il motorino Lazzari, che nelle ultime partite è stato fatto rifiatare negli ultimi minuti: fisicamente è il più in forma, ma è inevitabilmente tra i più stanchi. Sulla corsia sinistra Lukaku ancora non ha più di un tempo nelle gambe, mentre Jony è apparso visibilmente in calo alla Dacia Arena, del resto trattasi di un calciatore che in campionato aveva giocato da titolare col contagocce prima dell’infortunio di Lulic. Capitolo attacco: Correa ancora non sarà a disposizione, il Tucu spera di poter aiutare la squadra nelle ultime partite ma non verrà rischiato ulteriormente. Il baby Raul Moro – cui in condizioni normali sarebbe stata concessa una chance nel dopo-Covid – è ai box, dunque l’unica soluzione dalla panchina risponderà ancora al nome di Adekanye. Inevitabile il tandem d’attacco Caicedo-Immobile, che ultimamente vantano più cartellini gialli che gol. Inzaghi si augura che la sfida con Ronaldo possa ispirare il bomber di Torre Annunziata, a digiuno da troppo tempo.

Advertisement