Inzaghi: «La stanchezza mentale ce l’ha solo chi non ha obiettivi». E su Zarate…

© foto www.imagephotoagency.it

Sassuolo-Lazio è la gara che impegnerà i ragazzi di Inzaghi, nella giornata di domani. Il mister risponde alle domande in conferenza

Dopo il Verona e lo Staua Bucarest, la Lazio ha ufficialmente rialzato la testa. Al Mapei Stadium l’avversario sarà doppio: Sassuolo e condizioni meteo, ma il risultato potrà solo che essere positivo. Mister Inzaghi, alla vigilia della gara, risponde alle domande dei cronisti presenti:

In questo momento della stagione, come si gestisce il gruppo?
«Giocando tanto si è spesso lontano da casa, quindi le ultime partite ho preferito mandare i ragazzi con le proprie famiglie per ritrovarci la mattina. La stanchezza fisica non esiste. Può esserci quella mentale, ma ce l’ha solo chi non ha obiettivi. Noi di obiettivi ne abbiamo tanti. Stiamo bene e li affronteremo partita dopo partita».

Cambierai qualcosa a Reggio Emilia?
«Ho in testa qualcosa, l’allenamento è stato buono e i ragazzi hanno recuperato. Ho dei dubbi, ma sicuro partiranno dal primo Radu e Milinkovic: gli altri stanno bene. Ora pensiamo solo al Sassuolo, non penso a mercoledì».

31 partite, 31 gol. ti aspettavi un Immobile così?
«Sta facendo cose straordinarie: è nella top 10 dei bomber laziali in solo un anno e emzzo. E’ perfettamente calato nell’ambiente è un leader».

Immobile e Felipe Anderson come stanno?
«Hanno lavorato tutti bene, anche Luis ALberto e Caicedo. Tra oggi e domani farò tutte le valtazioni del caso».

Dinamo Kiev?
«Probabilmente sulla carta ce ne erano di più forti, ma sono organizzati possono essere primi in classifica insieme alla Shaktar, è un ottavo di finale e tutte le squadre sono comptitive. Ma ci penseremo, ora testa al Sassuolo: che è squadra organizzata, con ottime individualità e un allenatore che sa fare bene. Dovremo esser bravi e dare il massimo».

State lavorando sulla difesa?
«E’ normale che ci stiamo lavorando, prendiamo gol ma ne anche facciamo tanti. I miei difensori, sono tutti di ottimo livello, qualche rete potevamo evitarla ovviamente».

Sul campionato…
«Abbiamo tre competizioni ma il campionato è importantissimo per noi. Poi mercoledì avremo una semifinale col Milan e vogliamo andare avanti in Coppa Italia. In Europa siamo agli ottavi di finale e faremo di tutto per arrivare in fondo».

Felipe Anderson in futuro?
«Ha fatto una gara ottima, gli ho fatto i complimenti così come li ho fatti a tutti i ragazzi. Specialmente a quelli davanti, insieme a Immobile e Luis Alberto hanno permesso di sistemare la pratica».

Zarate lo ha sentito davvero?
«Sì, ci sentiamo per messaggi e per telefono. Sono stato a Londra, ci siamo trovati e abbiamo parlato dei nostri tempi. Lui quando parla di Roma e della Lazio si illuminano gli occhi: è un grande giocatore, ha fatto la sua strada. Quando sta bene può fare la differenza…»