Connettiti con noi

Hanno Detto

Hernanes: «I laziali mi sono rimasti nel cuore. Sul derby del 2013…»

Pubblicato

su

Hernanes ha parlato a 360° della Lazio e del suo futuro: le parole dell’ex giocatore biancoceleste

Hernanes ha parlato sulle frequenze di Radiosei. Queste le dichiarazioni dell’ex giocatore biancoceleste.

FUTURO – «I miei piani erano di fare altri due anni, sono andato a Belgrado in vacanza e sarei dovuto tornare in Brasile a gennaio, ma non voglio tornare. Vorrei tornare in Italia».

LAZIO – «È stato uno dei periodi più belli della mia vita, era il mio primo contatto con l’Europa. Vivere a Roma e ricevere un’accoglienza del genere è stata una favola ed una sorpresa. I rapporti con i tifosi e la passione, ho segnato tanti gol. Alla Lazio è stato bellissimo, fare quasi 40 gol per un centrocampista non è normale. Si è creato un rapporto indelebile, ancora oggi quando vado a Roma le persone mi riconoscono subito e mi chiedevano le foto. Mi è rimasto nel cuore e rimarrà così per sempre».

DERBY 2013 – «Se ci ripenso mi vengono le lacrime agli occhi. Nessuno può capire cosa è un derby a Roma, ho avuto tante gioie nella mia carriera ma questo qui era talmente sentito che volevo entrare nella storia. Il derby della storia l’abbiamo vinto noi, è stata una gioia indescrivibile e una giornata indimenticabile. Volevo dare tutto per vincere, ero contento che avesse segnato Lulic. Ci siamo sentiti questi giorni visto che anche lui è a casa».

LAZIO INTER – «Quando una persona arriva alla maturità, la prima cosa che fa è riconoscere gli errori che fa. Mi sono pentito di quell’esultanza, io amo i tifosi della Lazio perché mi hanno dato qualcosa di umano che non ho mai ricevuto. L’ho presa male le parole del presidente, ero incazzato nero con lui e ho fatto una capriola ma non ho esultato. Dopo averlo fatto mi sono reso conto di aver sbagliato visto che i tifosi mi avevano fischiato. Chiedo il perdono ai tifosi della Lazio a quelli che non mi hanno perdonato, è stato sbagliato fare quella capriola».