Grifo si racconta: «Serie A? Qui sto bene, ma non si sa mai…»

© foto @Calcionews24

Vincenzo Grifo, centrocampista del Friburgo (e in passato vicino alla Lazio) ha raccontato come sta vivendo questo periodo

Tedesco, ma con il nome italianissimo. Vincenzo Grifo, giovane centrocampista del Friburgo, prima di rientrare a sorpresa tra i convocati del ct Mancini, era già un obiettivo del ds Tare. Il ragazzo ha già raccontato come sia stato vicino alla Lazio, oggi invece – a Radio Incontro Olympia – ha parlato del presente:

«Seguo il calcio italiano, sento spesso la mia famiglia in Sicilia. Da tre-quattro settimane ci stiamo allenando in gruppi di 4 o 5 giocatori. Il riscaldamento lo facciamo a casa, veniamo controllati tramite un orologio, poi andiamo al campo. Passaggi, tiri in porta, cross. Dicono che o il 16 o il 23, se tutto andrà bene, ricominceremo. La Bundesliga la vogliono far ripartire, il calcio è importante per i tifosi tedeschi. C’è un po’ di paura, ma qui in Germania possiamo uscire già da tre o quattro settimane. I ristoranti hanno aperto, ma solo take-away, alcuni negozi hanno riaperto». 

SERIE A – «Amo la maglia dell’Italia, col 10 però è un’altra cosa. Sono molto felice in Germania, però già da piccolo avevo sempre la maglia dell’Italia e dicevo: ‘Io mi sento italiano al 100%’. Qui compro soltanto prodotti italiani, a partire dal pane. Sto bene qui a Friburgo, ma non si sa mai. L’Italia mi piace, parlo la lingua. Ho conosciuto la Serie A, i miei compagni mi hanno parlato del campionato italiano. Anche Tare giocava in Germania, non si sa mai».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy