Lazio, Bucarest sul cammino europeo: arte e storia calcistica della “Piccola Parigi”

© foto @Wikipedia

Tutte le curiosità sullo Steaua Bucarest, prossimo avversario della Lazio ai sedicesimi di finale in Europa League: storia, cammino in campionato e probabile formazione

Sarà lo Steaua Bucarest l’avversaria della Lazio ai sedicesimi di finale di Europa League. E’ stato questo il verdetto sancito dall’urna di Nyon, che dunque pone la squadra rumena sul cammino dei biancocelesti. Un club ricco di storia e tradizione, non resta che andare a scoprire le informazioni sulla città ospitante e ad analizzare l’attuale rosa allenata dal tecnico Nicolae Dică.

CLICCA QUI PER LEGGERE I SORTEGGI DI EUROPA LEAGUE

INFO SU BUCAREST, LA “PICCOLA PARIGI”

Anche soprannominata la “città della gioia”, Bucarest è la Capitale della Romania. Dalla seconda metà dell’Ottocento è diventata centro della scena artistica, culturale e mediatica rumena: l’architettura elegante e l’atmosfera urbana portarono nella Belle Époque al soprannome di “Piccola Parigi”. Particolare attenzione dal punto di vista turistico meritano il Palazzo del Parlamento (costruzione più grande al mondo dopo il Pentagono di Washington) e la Chiesa della Corte Antica (situata nella Città Vecchia, è ricca di meravigliosi affreschi).

STEAUA, STADIO NUOVO DI ZECCA E TANTA STORIA!

Avendo vinto 26 titoli nazionali, 22 coppe e 6 supercoppe, la Steaua Bucarest è la squadra più titolata del Paese. E’ inoltre l’unica società rumena ad aver vinto almeno un trofeo europeo (Coppa dei Campioni 1985/86 e Supercoppa Europea 1986). I “Militari” (negli anni Cinquanta era legata all’esercito) disputano le loro partite casalinghe all’Arena Nazionale, impianto di 55.000 posti inaugurato nel settembre 2011 e che ha già ospitato una finale di Europa League nel 2012.

STEAUA NON PIU’ LEADER IN CAMPIONATO

Nella stagione in corso il Fotbal Club FCSB (questo il nome ufficaile imposto nel marzo 2017 dal Ministero della Difesa) ha lasciato il primato nel mani del CFR Cluj. A undici gare dal termine la prossima avversaria della Lazio occupa la seconda posizione a cinque lunghezze dalla capolista. Ha chiuso il proprio girone di Europa League al secondo posto con 10 punti (9 goal fatti, 7 subiti) alle spalle del Viktoria Plzen e ad un gettone di vantaggio dal Lugano.

LA FORMAZIONE TIPO DELLO STEAUA BUCAREST

L’allenatore Nicolae Dică (ha vestito la maglia dei rossoblu anche durante la carriera da calciatore) è solito adottare il 4-2-3-1 con Nita Florin in porta. Linea difensiva formata dai centrali Balasa e Planic e da Enache e Maranhao sulle corsie esterne. Popescu e Pintilii fanno da schermo in mediana. Mentre sulla linea dei trequartisti in mezzo agisce Budescu, mentre Tanase e Coman viaggiano sulle ali. Unica punta la stella e bomber della squadra Alibec.

FCSB (4-2-3-1) – Nita Florin; Enache, Balasa, Planic, Maranhao; Popescu, Pintilii; Tanase, Budescu, Coman; Alibec. All.: Nicolae Dică