L’ex arbitro De Santis: «Classe arbitrale limitata, basta vedere gli episodi…»

De Marco
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole dell’ex arbitro De Santis, che intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia dice la sua sull’attuale classe arbitrale

Errori o malafede la Lazio è stata danneggiata. Troppi gli episodi contro i Capitolini e pochi quelli che sono stati corretti con l’ausilio del Var. Anche l’ex arbitro De Santis ha dato ragione sugli episodi recriminati dall’ambiente biancoceleste, ne ha parlato ai microfoni di Radio Incontro Olympia: «Posso serenamente ammettere molti anni dopo che se ci fosse stato il Var nel 2000 la Lazio si sarebbe laureata Campione d’Italia con una settimana di anticipo. In Juventus-Parma, dopo aver sbagliato ad annullare il gol di Cannavaro, avrei utilizzato questo strumento per correggermi e convalidare la rete stessa. Oggi i direttori di gara sono molto più fortunati rispetto a noi di allora, avendo questo mezzo da applicare per ravvedersi per ogni decisione presa. Il problema è che la classe arbitrale di oggi è molto limitata, imparagonabile rispetto al passato, basti vedere Giacomelli in Lazio-Torino nei due episodi del mancato rigore concesso alla Lazio e della conseguente espulsione di Immobile, oppure il gol di Cutrone palesemente di mano in Milan-Lazio. Mi vien da dire che il peggioramento generale dal 2006 in poi del calcio italiano è direttamente proporzionale a quello dei nostri fischietti».

Articolo precedente
calciomercato lazio salisburgoL’invidia che brutta bestia: televideo Rai ancora contro la Lazio – FOTO
Prossimo articolo
Jessica Immobile ironizza sull’abbraccio del marito con mister Inzaghi – FOTO