Connettiti con noi

Focus

Hysaj a corrente alternata: nel 2022 serve la scossa

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Elseid Hysaj è stato uno dei primi acquisti dopo l’arrivo di Sarri. Il terzino è uno dei fedelissimi del mister, ma alla Lazio non si è ancora imposto

Elseid Hysaj si è presentato a Roma come uno dei fedelissimi di Sarri. È stato uno dei primi acquisti della campagna estiva di mercato, nonchè richiesta del tecnico al momento dell’arrivo alla Lazio. Al difensore il compito di aiutare a veicolare i dettami sarriani – appresi ai tempi di Empoli e Napoli -, nella difficile fase di transizione al nuovo modulo, un passaggio che si è rivelato ostico soprattutto per la difesa.

Dal terzino forse ci si aspettava qualcosa in più: considerato abile sia nella fase offensiva che in quella di copertura (e capace di agire su entrambe le corsie), ha maturato prestazioni spesso altalenanti e poco convincenti, pur essendo un titolare praticamente fisso. Negli anni è stato apprezzato anche per la forte personalità e la grinta messa in campo, doti che alla Lazio ancora non lo hanno reso un leader del reparto.

A lui va comunque riconosciuta la difficoltà di emergere all’interno di una squadra che non ha ancora trovato continuità, ma solo alti e bassi. Hysaj resta un ragazzo di 27 anni, legato alla Lazio con un quadriennale e guidato dal maestro che lo ha sempre scelto: sono ampi i margini di miglioramento così come il potenziale per fare bene anche in biancoceleste.