Connettiti con noi

News

D’Onofrio sul caso tamponi: «La Lazio rischia addirittura la retrocessione»

Pubblicato

su

L’avvocato Paco D’Onofrio ha parlato ai microfoni di TMW Radio delle possibili sanzioni che rischia la Lazio per il caso tamponi

Si continua a discutere sul caso tamponi che ha coinvolto la Lazio all’inizio del mese di novembre. Ne ha parlato anche l’avvocato e professore presso l’Università di Bologna Paco D’Onofrio, che ha esplicato i possibili rischi del club biancoceleste.

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, ha affermato: «Bisognerebbe conoscere le difese presentate. La situazione è molto complicata, perché si sovrappongono norme sportive e statali. In questo caso la vicenda è complessa perché la Lazio si è rivolta ad uno studio di Avellino per le analisi. Il deferimento è un atto dovuto dalla procura federale, entro marzo si può difendere davanti al tribunale federale. Le sanzioni sono diverse, che vanno dall’ammenda ai punti di penalizzazione, fino all’esclusione del campionato e alla retrocessione.
I primi due gradi di giustizia sono quelli federali, che sono relativamente celeri. Poi c’è un congruo tempo in cui si esprime il collegio di garanzia. Il rischio che arrivi dopo la conclusione della stagione c’è. Qui non c’è soltanto la questione disciplinare per la mancata comunicazione di positività e l’impiego di giocatori positivi, ma anche sportiva. E si apre lo scenario sulla regolarità di alcune partite in cui sono stati usati giocatori positivi, che possono essere invalidate».