Diabolik: «Sembra che i giocatori facciano un favore a scendere in campo. Regaliamo punti»

coro lazio
© foto @LazioNews24

Sulle frequenze di Radiosei, durante la trasmissione La Voce della Nord, è intervenuto Diabolik per commentare il momento della Lazio

La Lazio sta affrontando un momento delicato. A Formello si è svolto il primo giorno di ritiro, la squadra si è riunita sotto la guida di Inzaghi che avrà il compito di cambiare la mentalità ai suoi ragazzi e ricominciare a portare risultati. Sulle frequenze di Radiosei, durante la trasmissione La Voce della Nord, è intervenuto Fabrizio Piscitelli, meglio noto come Diabolik: «I nostri striscioni su alcuni giocatori sono stati presagistici. Milinkovic deve scendere in campo e sudare. Non posso sentire un giocatore che va ad un gala a dire che le voci di mercato lo hanno destabilizzato e non lo fanno giocare bene. Certi giocatori la società dovrebbe mandarli a vedere la partita in tribuna. La nostra rabbia è preventiva, non vogliamo sfiorare l’obiettivo come l’anno scorso. Stiamo regalando punti, le ultime tre partite andavano vinte tutte».

«Nella squadra non c’è un allenatore che ha le palle di attaccarli al muro. Sembra che i giocatori facciano un favore a scendere in campo. Serve continuità, dobbiamo arrivare terzi o quarti, perchè abbiamo il potenziale per farlo. Quello con il parrucchino biondo ha fatto mandare via Felipe (Anderson, ndr), adesso voleva andar via e fa i capricci per il rinnovo. Sabato staremo ovviamente in curva a fare il tifo. Andiamo a vedere che squadra entra in campo e come giocano certi calciatori, non andremo allo stadio per contestare la squadra. Purtroppo c’è un appiattimento generale incredibile e questo mi dà fastidio».

Articolo precedente
Lazio EintrachtGiudice Sportivo, sanzionati due giocatori della Lazio
Prossimo articolo
paideia lazioPaideia – Esami strumentali per Marusic e Leiva