‘Di Padre in Figlio – Parolo: «Curva stupenda, il 19 agosto ricominciamo insieme!» – FOTO

© foto www.imagephotoagency.it

La gente laziale è all’Olimpico per l’evento ‘Di Padre in Figlio’. In scena va una vera e propria festa biancoceleste che vede la partecipazione, tra gli altri, di Lotito, Tare, Inzaghi, Parolo e Radu

‘Di Padre in Figlio’ – Tutto pronto per ‘Di Padre in Figlio’, una serata all’insegna della lazialità che vivrà il popolo biancoceleste allo Stadio Olimpico. Per la prima volta, l’evento si svolgerà in collaborazione con la S.S.Lazio. A fianco degli organizzatori – Wilson, Oddi, la Curva Nord e Radiosei – ci sarà una rappresentanza della società: il presidente Lotito, Tare, Inzaghi, Peruzzi, Parolo e Radu. La serata si concentrerà intorno alla partita tra le leggende della Lazio e quelle del West Ham. Vestiranno nuovamente la maglia con l’Aquila sul petto – tra gli altri – Signori, Ledesma, Rocchi, Giordano, Casiraghi ed Oddio. A presentare l’evento, Pino Insegno e Manila Nazzaro. LazioNews24 sarà allo stadio e vi racconterà la serata in diretta.

23.21 – A concludere la serata un bellissimo video sulla Curva Nord, cuore del tifo laziale.

23.20 – Fischio finale del match tra Lazio e West Ham.

23.13 – Entrano in campo con le maglie originali del 1915 undicimila giocatori in rappresentanza della Lazio di quella stagione per ricordare quello scudetto che la Lazio reclama e che ingiustamente non le è stato assegnato.

23.05 – Da bordo campo arrivano anche le parole dell’ex capitano biancocleste Cristian Ledesma: «E’ sempre bellissimo essere qui. Questi momenti ti fanno innamorare ancora di più di questi colori».

22.56 – Si riparte col secondo tempo! Tanti i nomi nuovi: da Oddo a Baronio, passando per Nanni

22.34 – Per i giocatori è tempo di rifiatare, per i tifosi quello di – se possibile – emozionarsi ancora di più: in scena va un lungo video sull’esaltante stagione della banda d’Inzaghi e poi una sola parola «GRAZIE». A rubare le attenzioni dei tifosi adesso ci sono il mister, Marco Parolo, Manzini, Lotito, Tare, De Martino, il vice Farris e tutto lo staff. Prima di riprendere il gioco, il centrocampista ha parlato così: «È bello esser qua, stare al centro della squadra. Ringrazio tutta la gente, la Curva, vedere uno stadio pieno è stato un oroglio. Purtroppo è andata come è andata, ma vi vogliamo tutti il 19 Agosto pe rripartire insieme». Poi le parole al miele che Inzaghi ha rivolto ai tifosi e quelle di Claudio Lotito.

22.29 – Finisce il primo tempo: dopo l’apertura delle marcature di Rocchi, Igli Tare ribadisce e manda tutti nello spogliatoio

22.23 – Mentre i minuti di gioco corrono, sugli schermi la canzone di Toni Malco dedicata al Maestro

22.20 – Applausi anche per Flavio e Francesco i due primi tifosi della Lazio, accompagnati da Marco e Paola. Tanta l’emozione che si percepisce, gli applausi del pubblico riempiono lo Stadio

22.16 – Sveste i panni da ds per mettere quelli da calciatore: Igli Tare torna ad indossare i colori biancocelesti.

22.14 – Altro cambio, ad abbandonare il campo è Pancaro: «Il cambio? Il mister (Piscedda, ndr) ha sempre ragione! È una serata stupenda!»

22.11Riccardo Rastelli, rappresentante della Curva Nord: «Gemellaggio è un modo di vivere la passione calcistica nello stesso modo: senza guardare il risultate. Quello che ci dà orgoglio è il senso di appartenenza. I tifosi devono fare i tifosi, come stanno facendo: uniti non ci ferma nessuno, anche se fanno di tutto per farlo».

22.04Wilson lascia il campo per Guglielmo Stendardo: Bruno Giordano eredita la fascia di capitano.

22.02Beppe Signori, intanto, è andato a prendersi gli apllausi scroscianti della Curva Nord. Quella che lo ha trattenuto a Roma anni fa. Tommaso Rocchi invece ha portato avanti la Lazio e col dito al cielo è andato ad esultare sotto i suoi tifosi.

21.45 – Peruzzi, Pancaro, Wilson, Oddi, Zauri, Giannichedda, Ledesma, Fiore, Giordano, Casiraghi, Signori, Rocchi. Questi i giocatori sul campo, ma prima di iniziare il doveroso tributo a colui che rese la Lazio davvero: Tommaso Maestrelli.

21.38 – È il momento della lettura delle formazioni, a farlo c’è un ospite d’eccezione: Riccardo Cucchi. L’ex cronista entra in campo recitando prima la storica frase «Sono le 18 e 4 minuti e la Lazio è campione d’Italia» e ricordando le emozioni vissute in quella calda giornata di Maggio.

21.30 – È il momento della discesa in campo delle vecchie glorie della Lazio che sfideranno le vecchie glorie del West Ham, il tifo inglese e quello biancoceleste stringono un sodalizio che dura da tantissimi anni.

21.23 – Matteo Garrone, attore protagonista in Suburra, e noto tifoso laziale dice un altro semplice frase ma d’effetto rivolta alla Curva Nord: «C’eravamo, ci siamo e ci saremo!». Subito dopo fa il suo ingresso Francesco Pannofino che recita due poesia che hanno compre protagonista L’Aquila, simbolo della Lazio.

21.11 – Momento toccante all’Olimpico, nei maxi schermo infatti viene trasmesso un video i nostri ricordo del grande Aldo Donati, poi sua moglie Velia canta la sua canzone “So già Du Ore”.

20. 50 – Momento dedicato al simbolo biancoceleste, all’aquila imperiale. Prima prende la parola il falconiere Juan Bernabè«La Lazio è un legame che si trasmette di padre in figlio. L’aquila? E’ Roma!». Poi, è Olympia a catalizzare su di sè gli occhi dei presenti il consueto volo, da brividi.

20. 43 – Prendono la parola Gabriele Paparelli: «Voglio ringraziare questo popolo stupendo, che mi è stato sempre vicino ed ha tenuto sempre vivo il ricordo di papà». Poi, il fratello di Gabriele Sandri, Cristiano: «E’ difficile raccontarvi la mia emozione. Tenere vivo il ricordo di Gabriele con la bandiera che scende dal cielo è qualcosa di indicibile. Saluto i ragazzi, grazia ancora». 

20. 35 – Intanto dal cielo fanno il loro atterraggio in paracadute sul campo dell’Olimpico alcuni rappresentati della sezione biancoceleste di paracadutismo. L’ultimo che arriva ha con sè la bandiera che rappresenta Vincenzo Paparelli e Gabriele Sandri. Il popolo laziale – in preda all’emozione – inizia ad intonare ‘I Giardini di Marzo’.

20.30 – La serata entra nel vivo! Entra in campo Pino Insegno: «E’ stato un anno fantastico. Sentitevi unici, responsabili di un simbolo meraviglioso che vi riempie il cuore».

20.25 – La gara si conclude in pareggio: nel corso dei due tempi da venti minuti nessuna delle due compagini è riuscita ad andare a segno. Le Aquile della Lazio Women vanno a raccogliere l’applauso della Nord.

20.19 – Sui maxischermi dell’Olimpico viene proiettato un video che racchiude tutte le immagini di coloro che hanno fatto la storia della Polisportiva biancoceleste: da Luigi Bigiarelli a Fausto Coppi, passando per i trionfi della sezione calcio: «Un grande amore».

20.12 – Solamente qualche minuto di riposo, e si riparte. E’ il momento della seconda frazione di gioco.

20.08 – Finisce il primo tempo quando il risultato è ancora fermo sullo 0-0. Ad una prima parte di dominio biancoceleste, ha risposto una seconda parte in cui sono stati i pugliesi a fare la partita.

19.47 – Inizia la gara! A fare da sottofondo, le parole dell’ex Miss Italia Manila Nazzaro e di Daniele Baldini, conduttore radiofonico di Radiosei.

19.45 – Fa il loro ingresso in campo la Lazio Women, che dovrà sfidarsi con la squadra femminile del Bari.

19.40Inizia l’evento. Sfilano ai bordi del campo alcune rappresentanze della Polisportiva Lazio. Tra tutte l’atletica leggera, il baseball, il calcio ad 8, l’hockey.