Di Canio, 50 anni di classe e grinta con la Lazio nel cuore: tanti auguri Paole’!

© foto www.imagephotoagency.it

Oggi è il compleanno di Paolo Di Canio, storico ex capitano della Lazio. Il talento romano, tutto grinta e passione, compie cinquant’anni

«Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano». Niente di più vero. Nel calcio, però, trovare giocatori davvero innamorati della propria squadra non è cosa semplice. In un mondo in cui a comandare è il dio denaro, i sentimenti restano prerogativa dei tifosi. L’eccezione, si sa, conferma la regola. Ed allora nelle menti dei tifosi biancocelesti spunterà la sagoma di un uomo. Capelli neri, sorriso beffardo e faccia da duro. Quest’immagine ha un nome ed un cognome, quelli di Paolo Di Canio.

CONTRASTI – Talentuoso e fumantino. Paolo Di Canio non è un personaggio come gli altri. Destinato a far parlare di sè, in campo e fuori. Tifoso della Lazio fino al midollo, cresce calcisticamente nella prima squadra della Capitale, salvo poi lasciarla nel 1990 alla ricerca di altre sfide. Juventus, Napoli, Celtic, West Ham: Paolo mette la sua grinta e la sua passione a disposizione di allenatori e compagni, e lascia in segno. Poi nel 2004, come nelle favole più romantiche, torna alla Lazio, il suo primo – ma probabilmente anche l’unico – amore. Con Caso, Papadopulo e Delio Rossi alla guida dei biancocelesti, segna anche vari gol. Ma uno in particolare lo fa tornare nell’Olimpo biancoceleste.

DERBY 6 gennaio 2005. Derby della Capitale. Il ‘numero 9′ biancoceleste si rende protagonista – come accaduto sedici anni prima – della vittoria dei suoi. Con un bel gol al 29’ apre le marcature. Il grido liberatorio, la corsa sotto la Nord, il popolo laziale in festa. Le reti di Cesar e Rocchi non fanno altro che aumentare la differenza di risultato delle due compagini. Di Canio è tornato.

COMPLEANNO – Nonostante le vicissitudini con la dirigenza della Lazio, l’ex capitano è rimasto sempre nel cuore dei tifosi capitolini, che oggi non possono non augurare buon compleanno ad uno dei loro beniamini. Nel giorno dei suoi cinquanta anni, anche la redazione di Lazio News 24 si aggiunge agli auguri.

 

Articolo precedente
raduRadu e la dodicesima stagione alla Lazio: il ‘senatore’ insegue l’ennesimo record
Prossimo articolo
calciomercato lazio borini milanCalciomercato, il Milan si gioca la carta Borini per saldare il pagamento di Biglia