Connettiti con noi

Hanno Detto

Dal Pino: «Complimenti alla Salernitana. Le piccole devono poter competere»

Pubblicato

su

Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A, ha parlato di vari temi, tra cui la promozione della Salernitana

Il presidente della Lega Calcio Paolo Dal Pino ha parlato in diretta su Radio 1. Ecco le sue parole.

VACCINAZIONI«Assolutamente sì, è importante farlo anche perché a luglio inizieranno i ritiri e li vorremmo fare in tutta sicurezza, anche con un ritorno alla normalità. Veniamo da due stagioni in cui la complessità logistica è stata enorme. I vaccini sono un punto fondamentale, ci stiamo lavorando a livello di FIGC e di tutte le categorie».

RIFORME «Quello della riduzione della Serie A a 18 è un tema discusso da tempo, molto caro a diverse società e di cui si parla anche in FIGC. Partiamo da un assunto di base: il sistema così com’è non sta più in piedi, dal 2024 avremo una nuova Champions con molte più partite, dobbiamo modificare questo calendario. Abbiamo già modificato il format della Coppa Italia per ridurre gli impegni: i calciatori non sono macchine e dobbiamo costruire qualcosa che sia funzionale rispetto al sistema complessivo. Le società stanno discutendo attorno a questo tema, se ne parlerà con la FIGC».

SALERNITANA «Come colmare il gap tra piccole e big con la Salernitana in Serie A? Intanto complimenti alla Salernitana, benvenuta in A. È una domanda importante, che meriterebbe molto tempo per rispondere. Da un lato abbiamo le grandi, che devono essere messe in condizione di competere a livello europeo. E dall’altro le piccole, che devono poter competere nel campionato italiano. In questi due anni abbiamo visto finalmente delle novità, quest’anno il campionato è stato combattuto a tutti i livelli fino all’ultimo».

PAOLO ROSSI «Abbiamo parlato con l’assocalciatori, che ha proposto di dedicare a Paolo Rossi il premio di miglior marcatore di questa stagione sportiva. Noi siamo assolutamente felici di farlo».

VINCITRICE COPPA ITALIA IN CHAMPIONS«È un tema da discutere a livello europeo e non internamente alla Serie A. È un’idea che trovo giusta e interessante, darebbe ancora più valore alla Coppa Italia».

Advertisement