Connettiti con noi

News

CIRO D’EUROPA – Chinaglia e Signori avvisati, e nessuno colpisce più legni di lui e…Messi!

Pubblicato

su

lazio immobile

Sono soltanto 4 i gol di distanza da Lewandowski in tutta Europa, 3 da Giorgio Chinaglia nella speciale classifica marcatori laziali di tutti i tempi. L’avventura di Ciro Immobile alla Lazio si colora di ulteriori sfumature, l’Olimpo delle “divinità” biancocelesti è ormai ad un passo. E i legni non sono alleati del bomber di Torre Annunziata…

Non solo gol, non solo record personale di reti in Serie A, non solo tripla decina per Ciro Immobile. Il bomber di Torre Annunziata punta in alto, e tenterà con Cagliari, Verona, Brescia e Napoli di arrotondare ed incrementare un bottino già incredibile. Lewandowski dista quattro reti, perchè la Scarpa d’Oro a differenza del pallone d’Oro verrà assegnata e Ciro è andato vicino a vincerla già nella stagione 2017/2018, quando si fermò a quota 29 a causa del brutto infortunio rimediato sul campo del Torino che lo costrinse a tornare (tra l’altro in condizioni fisiche precarie) solo il 20 maggio per Lazio-Inter. Messi è ancora lontano dal podio, Werner è alle spalle, Ronaldo è alla pari col 17 della Lazio: sperando che CR7 si fermi, riprendere l’ariete polacco del Bayern non è utopia, a patto di invertire il trend delle ultime gare, che aveva visto un Immobile abulico e nervoso con Lecce, Sassuolo e Udinese.

Classifica cannonieri in Serie A, classifica marcatori europea, ma non solo. Nella speciale graduatoria relativa ai migliori marcatori all-time della Lazio il terzo posto di Chinaglia dista solo 3 marcature: superato Long John, Immobile entrerà di diritto nei primi tre di sempre, e sfrutterà la prossima stagione per superare Beppe Signori. Il leggendario Silvio Piola è a 39 reti di distanza, ma ai ritmi vertiginosi tenuti da Ciro è raggiungibile.

A patto che la dea bendata si ricordi di sorridere anche all’ex Borussia Dortmund e Siviglia. Nelle ultime due stagioni nessuno ha colpito più legni di Immobile e Leo Messi in campionato, entrambi sono a quota 14. Dal derby di andata al palo-gol col Parma all’Olimpico su assist di Luis Alberto, dal palo dell’Allianz Stadium a quello colpito a San Siro col Milan sempre su pregevole assistenza del Mago. Insomma, dopo essere entrato nella top five dei calciatori italiani ad aver toccato quota 30, Immobile vuole riprendere il cammino, ripartendo da una ottima prestazione contro la Vecchia Signora: alla Juventus non era ancora riuscito a segnare in stagione, fallendo un penalty all’andata in campionato e senza riuscire a partecipare a nessuna delle sei reti siglate dai biancocelesti ai bianconeri. I sorrisi con Ronaldo a fine gara dicono tanto della soddisfazione di poter lottare per i traguardi individuali più importanti ma anche della voglia di non arrendersi e migliorarsi. La concorrenza è spietata, Immobile non vuole limitarsi a partecipare.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy

 

Advertisement