Connettiti con noi

Calciomercato

Calciomercato Lazio, Kostic può essere davvero un rimpianto?

Pubblicato

su

Quello di Kostic è stato il nome attorno a cui è ruotato tutto il calciomercato della Lazio. Ma il serbo può esser davvero un rimpianto?

Filip Kostic. Basterebbe anche solo e soltanto questo nome per scatenare ricordi nella mente di tutti i tifosi laziali. Infatti quello del serbo è stato il profilo attorno a cui è ruotato tutto il calciomercato estivo della Lazio. Un obiettivo inseguito, sognato e tanto voluto, ma che poi è sfumato proprio all’ultimo.

RUOLO – Ovviamente non solo mancate le polemiche, con tanto di comunicati, accuse, frecciate e qualche aneddoto su cui ancora oggi un po’ ci si interroga. Ciò che è certo, al di là degli innumerevoli chiacchiericci, è che l’esterno dell’Eintracht Francoforte sarebbe stato un tassello perfetto per il 4-3-3 di Maurizio Sarri. Il 29enne ha quella fisicità, quella corsa e quella gamba che si sposano alle perfezione con il credo dell’allenatore biancoceleste. E poi c’è un aspetto che avrebbe davvero potuto fare la differenza, ossia la sua capacità di fare assist.

STAGIONE – La sua stagione, dopo un inizio balbettante, con addirittura il rischio di finire fuori rosa. ora sembra aver assunto una sua fisionomia: 21 presenze tra campionato ed Europa, impreziosite da tre gol e, neanche a dirlo, nove assist. Insomma, numeri più che positivi per un giocatore che pare esser tornato al centro del progetto della squadra teutonica. Eppure il futuro è tutt’altro che chiaro e certo.

DOMANDE E RISPOSTE – L’ipotesi di un addio rimane infatti sempre più viva che mai, con l’Inter che potrebbe fare un tentativo già nel mese di gennaio. Ed ecco che la domanda non può che essere solo e soltanto una: Kostic può essere considerato un rimpianto per la Lazio? Stando ai numeri e immaginando l’impatto che avrebbe potuto avere, la risposta non può che essere affermativa. Però va anche detto che, l’arrivo del serbo, avrebbe precluso quello di Zaccagni. Dunque, vedendo il rendimento dell’ex Verona, nelle ultime partite, forse è andata bene anche così. Del futuro però non può esservi certezza.