Connettiti con noi

News

Brocchi: «Sono legatissimo alla Lazio, Reja mi ha allungato la carriera»

Lavinia Labella

Pubblicato

su

brocchi

Brocchi ha rivissuto in un’intervista i suoi anni alla Lazio. Dalla Coppa Italia alla Supercoppa, passando per il suo rapporto con l’ambiente

Christian Brocchi si è raccontato. L’ex giocatore della Lazio, in un’intervista rilasciata per Nicolò Schira su Instagram, ha ricordato i suoi anni in biancoceleste:

«Sono stato il primo acquisto di Igli Tare. È stata una grande sfida: ho lasciato il Milan che era casa mia per essere protagonista nonostante l’età. Mi sono legato tantissimo all’ambiente: sono stati 5 anni bellissimi. Ricordo ancora lo scetticismo iniziale: molti mi davano per finito e invece leggere quelle cose mi caricava tantissimo, abbiamo vinto 3 trofei tra cui la Supercoppa Italiana a Pechino contro l’Inter di Mourinho che avrebbe poi fatto il Triplete. Sono legatissimo anche alla prima Coppa Italia vinta: tanti dicevano che avevo la bacheca piena perché al Milan c’erano tanti campioni, vincere e da titolare anche a Roma è stata una grande soddisfazione».

KLOSE E REJA – «Miro è micidiale sotto porta, lo vedi poco ma fa sempre gol. Un attaccante completo sotto tutti i punti di vista. Reja mi ha allungato la carriera con la sua gestione. Arrivò in un momento di difficoltà e in una settimana aveva già messo a posto lo spogliatoio. Come tipologia mi ricordava molto Ancelotti».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy
Advertisement