Bonacina: «Bello vincere così». Cerbara e Baxevanos: «Non molliamo mai!»

Bonacina
© foto @OfficialSSLazio

Le parole dei protagonisti della vittoria di ieri della Primavera contro il Lecca

Bellissima e importante vittoria della Lazio Primavera che battendo il Lecce accede alla finale dei play off. Al termine della gara il mister Bonacina è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: «L’ideale sarebbe vincerle tutte così, sono finali e devono essere vissute in questo modo, i ragazzi sono stati bravi ad approcciare in quel modo la gara. Loro ci hanno messo in difficoltà nel primo tempo con le qualità di cui dispongono, poi aggradendo un po’ più alti siamo riusciti a cambiare l’inerzia della partita. Siamo andati sotto per un rigore banale ed abbiamo accusato un po’ il colpo. Nel corso della gara siamo stati più compatti ed aggressivi, con la voglia di ribaltarla. Fondamentale è stata la rete del pari, ci sono stati vari errori a livello tecnico, ma in seguito siamo cresciuti molto. Nella prima parte della gara siamo andati troppe volte in fuorigioco, dovevamo attaccare di più gli spazi, Capanni faceva fatica dato che voleva sempre la palla fra i piedi, ma nel secondo tempo si è adattato ed ha disputato un’ottima gara. Sono molto contento del fatto che abbiamo segnato i centrocampisti, il gioco si sta cominciando a vedere, l’idea c’è, starà a noi applicarla ancora meglio. Mi ha fatto molto piacere l’enorme pubblico presente qui al ‘Fersini’, ci ha dato molta carica ed i ragazzi l’hanno sentita in maniera molto positiva. Dobbiamo arrivare in Primavera 1, l’essere parte di una società così gloriosa lo impone come obbligo».

Anche Cerbara e Baxevanos al termine del match sono intervenuti ai microfoni di Lazio Style Radio.

Cerbara: «Lo sapevamo che il Lecce sarebbe stato bravo sulle ripartenze, l’aveva già dimostrato, abbiamo preso il primo gol e poi è cambiato tutto; abbiamo portato a termine una bellissima rimonta. Non molliamo mai, siamo un bel gruppo altrimenti non saremmo mai riusciti a ribaltare la gara. Avevo siglato altri due gol, ma nessuno di questi aveva questa importanza, è stato un po’ come una liberazione. Dedico la rete, come le altre siglate precedentemente, alla mia famiglia che mi segue sempre. Con la SPAL abbiamo l’obbligo di vincere».

Baxevanos: «Questa partita era difficile, i nostri avversari si erano portati inizialmente in vantaggio, ma non abbiamo mollato e siamo riusciti a ribaltarla siglando tre gol. Dopo la gara ho chiamato mia madre e mio fratello dicendogli che ho realizzato una rete e che siamo in finale, ho festeggiato con loro! La SPAL è una buona squadra ma, se siamo concentrati come nel secondo tempo di oggi e con il nostro pubblico vicino, avremo buone possibilità di passare. Noi ce la metteremo tutta come sempre».