Benfica, l’ex vicepresidente: «Neto e Jordao non giocavano nella Lazio e noi li compriamo a 20 milioni?»

neto jordao
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex vicepresidente del Benfica, Rui Gomes da Silva, ha parlato dell’affare tra i portoghesi e la Lazio per Bruno Jordao e Pedro Neto

Sembra essere a un passo dalla chiusura l’operazione tra Benfica e Lazio per Pedro Neto e Bruno Jordao (qui i dettagli). A far scalpore è ancora la cifra del trasferimento dei due portoghesi, arrivati alla Lazio per circa 16.5 milioni complessivi e vicini al ritorno in patria per 20 milioni.

Di quest’operazione, ha parlato l’ex vicepresidente del Benfica, Rui Gomes da Silva, bocciando in maniera categoria l’affare, con un editoriale su ‘Novo Geração’: «Si sono formati al Braga e, da quanto ho letto, sono riusciti a vendere alla Lazio per 31 milioni (in realtà 18,5 milioni bonus esclusi, ndr) due giocatori che non erano neanche in Under 20. Ora, più rapidi nel fare buoni affari che Lucky Luke a sparare, li compreremo a 20 milioni! Con tutto quello che i nostri nemici dicono riguardo la relazione tra Atletico Madrid e Benfica servirebbe una prudenza doppia nel fare affari con Jorge Mendes! E questo vale per tutti i giocatori della sua scuderia, compreso Ángel Correa e la sua clausola da 120 milioni. Ciò perlomeno richiederebbe il buon senso. Tra l’altro questi giocatori non hanno neanche quasi mai giocato alla Lazio: Pedro Neto ha fatto 55 minuti con la prima squadra e Bruno Jordão 87. E noi li prendiamo per 20 milioni?».