Coppa Italia, Allegri: «Complimenti alla Lazio per questa finale e per la stagione intera»

Allegri
© foto Lazio News 24

La Juventus porta a casa la Coppa Italia dopo novanta minuti combattuti molto. La Lazio non ha reso però le cose semplici all’armata bianconera

La Lazio cade all’Olimpico. Lo fa dopo una partita combattuta e per mano di D. Alves e Bonucci. Ritmi alti ed occasioni interessanti per i ragazzi di Inzaghi che non hanno reso troppo facili le cose per la Juventus. I complimenti alla compagine biancoceleste arrivano anche da mister Allegri attraverso i microfoni di Rai Sport: «Dobbiamo fare i complimenti alla Lazio per quel che hanno fatto. E’ stata una partita straordinaria, anche nel primo tempo e soprattutto per la stagione intera. Noi abbiamo riscattato la partita di domenica. Oggi siamo stati cattivi e con rabbia agonistica. Nel primo tempi abbiamo speso molto, la Lazio ha fatto una bella partita. Tutti i ragazzi stanno facendo una grande stagione, domenica dovremo essere cattivi contro il Crotone».

Il tecnico della Juventus Allegri è intervenuto poi in conferenza stampa: «C’è da fare i complimenti alla Juventus per quello che ha fatto. Bella partita sotto l’aspetto tecnico nel primo tempo, bella partita nel secondo tempo dal punto di vista tecnico. Il tutto contro un’ottima Lazio alla quale c’è da fare i complimenti per la bella stagione. Impensabile invece fare 57 partite al top. I ragazzi sono umani ed è fisiologico avere cali. La gara che mi ha lasciato più arrabbiato resta quella di Bergamo in cui prendiamo gol all’ultimo minuto. Questa vittoria ci dà la spinta verso domenica, quando dovremo assolutamente chiudere il campionato. Il calcio è strano e serve lucidità a questo punto».

Una grande finale a livello di tifo, con la Juventus nella storia con tre coppe nazionali di fila…
«La Juventus non l’avevo mai persa. Una partita non cambia certo il mio giudizio. In quei momenti serve serenità per affrontare nuove sfide. La risposta questa sera  stata delle migliori. Mi sento un allenatore importante grazie a chi lavora con me e grazie alla società- Ho avuto la fortuna di vincere con dei ragazzi». 

Alla fine festeggiamenti feroci come fosse stata la finale di Champions League?
«Normale. La sconfitta contro la Roma ci ha colpito nell’orgoglio e nella rabbia. Domenica avevamo sbagliato il secondo tempo pur giocando una buona gara. Quando non hai la cattiveria giusta però sbagli gol e ne prendi altri un po’ così. Importante aver avuto la reazione lucida».

La Juventus è imbattibile?
«Non percepisco questa sensazione. Percepisco serietà. Ho chiesto questa sera la partita giusta e seria sotto l’aspetto tecnico e difensivo. Abbiamo uomini con valori importanti». 

Allegri furioso nella seconda parte del primo tempo?
«Questo perché nelle partite di calcio bisogna capire i momenti. Avevamo un uomo con mezzo di litro di sangue a terra e abbiamo dato palla a loro. Secondo tempo uguale, palla ballonzolante che finisce in angolo e serve poi la parata di Neto per togliere i problemi. Questi sono i dettagli che fanno vincere o perdere le partite».