Adesivi Antisemiti: la Lazio rischia due turni a porte chiuse

adesivi antisemiti
© foto www.imagephotoagency.it

Adesivi antisemiti, ieri la decisione del Prefetto ma bisogna attendere quella della Super Procura del Coni

E’ arrivata nella giornata di ieri la decisione del prefetto Giuseppe Pecoraro per quanto riguarda la questione adesivi antisemiti: Lazio deferita, archiviata invece la posizione del presidente Lotito anche se la sentenza definitiva spetta alla Super Procura del Coni che potrebbe anche ribaltare la sentenza. Come riporta il Corriere dello Sport il prefetto ha deciso di non deferire Lotito al quale veniva inizialmente contestato la violazione dell’articolo 1 bis del codice della giustizia sportiva, quello sull’obbligo di lealtà sportiva. Per questo motivo concedere agli abbonati della Nord, chiusa per squalifica, di ricollocarsi in Sud per il match contro Cagliari e Udinese era nelle perfette facoltà della società che non ha aggirato nessun regolamento. Per quanto riguarda la Curva invece è stata deferita e si rischia di dover giocare altri due match a porte chiuse. Dei due turni inflitti in precedenza non essendosi giocata la gara contro l’Udinese la Nord sarà chiusa contro la Fiorentina. Se poi, come da indiscrezioni, la punizione dovesse allungarsi allora i tifosi biancocelesti saranno costretti a vedere il loro settore chiuso anche per i match contro Torino e Crotone.

Articolo precedente
lazioLazio, il punto sulle condizioni degli infortunati: meglio Wallace, Felipe in dubbio
Prossimo articolo
moggiMoggi: «Ventura? Era ad un passo dalla Lazio»