Lotito furioso: “Cavanda? Scelta tecnica…” Poi ci ripensa: “A casa mia faccio quello che voglio…”

© foto www.imagephotoagency.it

E’ un fiume in piena il presidente biancoceleste, Claudio Lotito, intervistato da Sky Sport prima del match tra Milan e Lazio. “Mauri e Konko sono indisponibili, ma la squadra può fare bene indipendentemente dalle assenze. La rosa può contare tutti titolari e tutti i giocatori devono rendersi disponibili al momento opportuno”. Interrogato sulla situazione di Cavanda, Lotito ha iniziato il suo show: “E’ fuori rosa perché l’allenatore, in linea con la dirigenza, ha deciso di metterlo da parte secondo una valutazione tecnica che la società sta portando avanti. Non è necessario cambiare linea di comportamento. Abbiamo una rosa completa che può lottare per risultati soddisfacenti come ha riscosso finora, anche con Cavanda fuori. Se Cavanda è considerato indispensabile per questa squadra, allora siamo finiti. Abbiamo preso Pereirinha che è un esterno basso capace anche di fare l’ala all’altezza del centrocampo. Le altre squadre fanno giocare i giocatori in scadenza? La differenza è questa: nella mia azienda decido io, abbiamo delle regole che devono essere rispettate. Se le altre società ritengono opportuno interpretare le regole volta per volta, sono affari loro. Noi abbiamo conservato una coerenza che nessuno può disconoscere. Al di là delle stupidaggini che a volte arrivano alle mie orecchie, la linea del sottoscritto ha portato a dei risultati importanti a livello sportivo e comportamentale. Non siamo nè ostaggio dei tifosi né dei giocatori. Se un calciatore non segue i nostri dettami, bene, altrimenti può trovarsi un’altra collocazione. Zarate e Foggia alla Lazio di calcio a 8? Bella idea. Basta che il presidente della Lazio Calcio a 8 tiri fuori i soldi e andiamo d’accordo. Non potete criticare una persona che opera a casa propria secondo il rispetto delle regole.”

Condividi
Articolo precedente
Eurorivali, Bayer Leverkusen-Stoccarda 2-1: ancora una sconfitta per la squadra di Labbadia
Prossimo articolo
Ambrosini a fine primo tempo: “Siamo messi bene ma stiamo attenti alla Lazio”